Wikia

Memory Alpha

Classe Intrepid

Discussione20
3 013pagine in
questa wiki
Classe Intrepid
USS Voyager, ventral view.jpg

Vista frontale inferiore

Vista frontale inferiore
Affiliazione: Federazione - Flotta Stellare
Attività: XXIV secolo
Massa: 700,000 tonnellate
Ponti: 15
Equipaggio: 150 circa
Velocità: Warp 9.975 (velocità di crociera)
Armamento: 15 banchi phaser,
38 siluri fotonici,
dispositivi al tricobalto
Difese: Scudi deflettori
Intrepid class, overhead view.jpg

Vista dorsale

Vista dorsale
File:Voyager MSD.jpg
Master systems display


Ma icon generic portal

Questa voce è stata parzialmente tradotta dalla lingua inglese.

Questo articolo è uno stub. Puoi aiutare Memory Alpha correggendolo.
Puoi contribuire terminando la traduzione o usando altre fonti. Non usare programmi di traduzione automatica.
Se nella pagina di modifica trovi del testo nascosto (incluso nel codice <!--- original text ---> ), controlla che sia aggiornato servendoti dei collegamenti alle «altre lingue», tramite il menu a sinistra in fondo alla pagina.

La Classe Intrepid è una tipologia di nave stellare della Federazione entrata in servizio attivo nella seconda metà del XXIV secolo. La USS Voyager appartiene a questa classe.

Generalità Modifica

Per il periodo in cui è stata commissionata la prima volta, la classe Intrepid presenta una dotazione di sistemi innovativi come, ad esempio, il collettore triciclico del motore a curvatura e le gondole a geometria variabile. E' stata inoltre la prima ad incorporare i gel pack bioneurali e ad essere dotata del Medico Olografico di Emergenza nella versione Mark 1.

A livello tecnologico la classe è dotata dei migliori sensori di navigazione per l'epoca ed è stata capace della più elevata velocità massima della Flotta Stellare fino allo sviluppo della classe Prometheus. Il suo design multi-ruolo è garantito da un sistema computerizzato capace di accedere simultaneamente a 47 milioni di canali di dati e di effettuare 575 miliardi di calcoli per nanosecondo. (VOY: "Relativity", "Il volo di Leonardo")

Storia Modifica

USS Voyager in drydock

La Voyager attraccata ai cantieri di Utopia Planitia

La classe Intrepid è stata sviluppata e costruita presso i cantieri di Utopia Planitia ed ha iniziato il suo servizio attivo nel 2370. La seconda nave, la USS Voyager, è stata commissionata nel 2371. E' stata la prima nave a testare per la prima volta il motore a curvatura di classe 9 nello spazio profondo.(VOY: "Il guardiano dall'altra parte dell'universo", "Relativity")

Le performance della classe Intrepid sono ben rappresentate dalla Voyager. La nave è nota per avere portato a termine con successo un viaggio non programmato durato 7 anni attraverso l'inesplorato quadrante Delta, 70.000 anni-luce dallo spazio federale, dal 2371 al 2378. Le comunicazioni con la Flotta Stellare sono rimaste isolate fino al 2374 non avendo inoltre accesso a risorse e strutture della Flotta per l'intera durata del viaggio. (VOY Stagione 1 fino alla VOY Stagione 7)

Dati tecnici Modifica

Struttura Modifica

Intrepid class saucer section

Vista ravvicinata dello scafo primario della classe Intrepid

La classe Intrepid adotta una forma a disco tipica di altre classi antecedenti, costituita da uno scafo primario, uno scafo secondario e dalle gondole di curvatura gestite dai sistemi di controllo e generazione del campo di curvatura. Una delle caratteristiche peculiari della classe Intrepid è costituita dalla presenza di gondole a geometria variabile, che ruotano nel passaggio a velocità curvatura, caratteristica che non è possibile osservare in nessun'altra nave stellare. La classe Intrepid utilizza una struttura in duranio, un sistema al plasma per la distribuzione di energia e sistemi di supporto vitale triciclici. (VOY: "Drone")

In linea con gli standard della Flotta Stellare, il ponte 1 è riservato alla plancia, assieme alla sala osservazioni ed alla sala tattica, rispettivamente a sinistra e a destra della plancia. Nella parte frontale del ponte 2 è situata la mensa equipaggio, dotata di tre superfici vetrate che forniscono una spettacolare visuale dello spazio. Nella parte frontale del ponte 3 sono ricavati gli alloggi degli ufficiali di comando, dotati di cinque grandi superfici vetrate. Scendendo ulteriormente sullo scafo primario, è possibile trovare i sensori primari a forma di diamante, subito sotto i quali è alloggiato il deflettore ausiliario di navigazione. La sezione dorsale del disco è ricoperta da quattro banchi phaser, due dei quali si estendono dall'inizio della parte curva di poppa, per tutta la lunghezza del disco fino all'apertura del deflettore ausiliario di navigazione. La copertura di fuoco verso poppa è garantita da due piccoli banchi rivolti verso la parte posteriore della sezione a disco. La parte inferiore della nave è protetta da due banchi phaser simili a quelli della sezione dorsale. Agganciato alla parte inferiore dello scafo primario della classe Intrepid è presente un aeroshuttle.
L'aeroshuttle è stato visto per la prima volta separato dalla nave in ENT: "Il mistero della navetta".
Voyager landing mechanism

Meccanismo di atterraggio

USS Voyager emitting graviton beam

Raggio gravitonico emesso dal deflettore della classe Intrepid

Procedendo verso poppa, nella parte inferiore è possibile osservare il deflettore principale di navigazione nella parte anteriore dello scafo secondario. Subito sopra il deflettore sono posizionati i lanciatori anteriori dei siluri fotonici. Nella parte inferiore dello scafo secondario sono presenti tre set di dischi che supportano i propulsori a curvatura. Il piatto anteriore ricopre la camera di miscelazione; il disco centrale contiene il sistema di carico dell'antimateria, una grande valvola magnetica che previene il contatto tra antimateria e materia durante il trasferimento ai serbatoi di contenimento; infine il disco di poppa contiene il portello della camera di miscelazione, per l'espulsione del nocciolo di curvatura in caso di emergenza. (VOY: "Il giorno dell'onore")

Una delle poche navi stellari della Flotta Stellare capace di scendere in atmosfera ed atterrare su un pianeta, la classe Intrepid è equipaggiata con generatori di antigravità e ad impulso e di sollevatori strategicamente posizionati in particolari punti strutturali nella parte inferiore dello scafo secondario. Prima e durante l'atterraggio o il decollo la nave entra in allarme blu, indicando all'equipaggio di assumere le postazioni relative. (VOY: "Una nuova Terra")

Sistemi di comando e controllo Modifica

Voyager Bridge

Plancia della classe Intrepid

La plancia della classe Intrepid è di forma ovoidale e costituisce il centro nevralgico della nave. Nella parte posteriore della plancia sono presenti una serie di console e di monitor per la visualizzazione dati. Al centro è possibile individuare il Master Systems display mentre le altre console di controllo si sviluppano nei due lati.

A destra del centro informazioni, vicino al turbolift, è collocata la postazione dell'Ufficiale Tattico capo. Questa postazione è stata mantenuta per questioni di sicurezza interna e di combattimento. Altri sistemi gestiti dal tattico sono i sensori a corto e lungo raggio, le sonde, le boe di segnalazione e il raggio traente. Sull'alto lato della plancia è presente un'identica postazione dedicata alla console Operazioni. Questo pannello fornisce all'Ufficiale Operazioni una lista continuamente aggiornata delle attività di bordo. Questa lista permette all'ufficiale di impostare le priorità e distribuire le risorse tra le varie operazioni in corso.

Voyager readyroom

Sezione della Sala tattica della classe Intrepid

Procedendo oltre le due postazioni appena descritte è possibile individuare gli accessi alla sala osservazioni dalla parte della postazione operazioni e alla sala tattica dall'altra. In quest'ultima, l'ufficiale in comando può dedicarsi alle mansioni amministrative senza interferire con le attività della plancia. Inoltre questa stanza solitamente è il luogo preferito dal capitano per intrattenere discussioni private o ricevere comunicazioni riservate. A bordo delle navi di classe Intrepid, la scrivania è il punto focale della sala tattica, posizionata di fronte all'ingresso principale. Oltre, su un piano leggermente rialzato sono posizionati un piccolo tavolo, un divano a curva e un replicatore. Sulla parete dietro al divano tre finestre forniscono una visuale sulla prua della nave. A confronto con la più grande Classe Galaxy, curiosamente la sala tattica della classe Intrepid si presenta più spaziosa e lussosa.
Intrepid class command chairs

Le postazioni del capitano e del primo ufficiale nella plancia della classe Intrepid

Al centro della plancia è presente l'area comando. Qui sono posizionate le postazioni dell'ufficiale in comando e del suo primo ufficiale, seduto alla sinistra del capitano. Tra i sedili è presente un display miniaturizzato. Utilizzando la tastiera oppure comandi vocali, l'ufficiale in comando può controllare le operazioni basiche della nave. Immediatamente dietro, integrata nel passamano che circonda la parte posteriore dell'area di comando, è presente un'ulteriore console utilizzabile per diverse attività di bordo.

Sulla Voyager, tale console era utilizzata da Sette di Nove in affiancamento alle postazioni tattica e operazioni.

Direttamente davanti e due gradini più in basso dell'area di comando è situata la postazione Navigazione(Nav). Da qui, gli Ufficiali di Navigazione fungono da timoniere e navigatore della nave stellare. Nonostante queste funzioni possano essere automatizzate, la loro criticità richiede sempre la presenza di un ufficiale per monitorare costantemente queste operazioni. Durante la navigazione ad impulso, vengono monitorati gli effetti relativistici e i sistemi di smorzamento inerziale. Durante la navigazione a velocità curvatura, viene monitorata la geometria del campo subspaziale in parallelo alla sezione ingegneria. La postazione Nav inoltre provvede a mantenere aggiornati continuamente i dati dei sensori a lungo raggio e ad effettuate correzioni automatiche di rotta dovute alle piccole variazioni di densità nel mezzo interstellare.

Alla destra della postazione Navigazione è seduto l'Ingegnere capo. Sebbene sia preferibile e più utile la sua presenza il sala macchine, si possono verificare delle situazioni in cui la sua presenza sia richiesta in plancia. La console permette un controllo completo di tutti i sistemi ingegneristici. In posizione opposta è seduto l'Ufficiale scientifico con una console simile. (VOY: "Il guardiano dall'altra parte dell'universo")

Sistemi propulsivi Modifica

Intrepid class, main engineering

Sala macchine

La sala macchine a bordo delle navi di classe Intrepid è situata nel ponte 11. La sala è costruita attorno al reattore materia-antimateria (anche conosciuto come nocciolo di curvatura) e si sviluppa su due livelli. Davanti al nocciolo di curvatura, al livello inferiore, è presente una area per di monitoraggio. Sullo stesso livello sono inoltre presenti l'ufficio dell'ingegnere capo ed un'area aperta per la discussione delle analisi delle attività e lo sviluppo di progetti speciali. Il secondo livello si sviluppa ad anello attorno alla sala macchine. L'accesso alla passerella è garantito da un piccolo ascensore monopersona e da una scala dalla parte opposta. (VOY: "Il guardiano dall'altra parte dell'universo")

VoyagerWarpCore

La camera di intermix di una nave di classe Intrepid

I propulsori ad impulso principali sono localizzati nella parte posteriore dei supporti per le gondole di curvatura. Le navi di classe Intrepid sono inoltre dotate di reattori ad impulso ausiliari. (VOY: "Ladri di organi")

Espulsione del nocciolo di curvatura Modifica

Nel caso di funzionamento critico del nocciolo di curvatura, le navi di classe Intrepid sono in grado di espellerlo. Questa procedura richiede il codice di autorizzazione dell'ingegnere capo o di un membro del gruppo di comando. Il nocciolo viene espulso attraverso il portello situato nella parte inferiore dello scafo secondario. Una volta sganciato, dei binari magnetici contenuti all'interno del canale accelerano il nocciolo e lo lanciano lontano dalla nave. In condizioni normali, la nave quindi procede ad allontanarsi il più rapidamente possibile a velocità d'impulso. (VOY: "L'uomo del Rinascimento")

Nel caso in cui il funzionamento del nocciolo rientri nella normalità, è possibile recuperarlo utilizzando il raggio traente facendo attenzione a maneggiarlo con cura. (VOY: "Il giorno dell'onore")


Sistemi tattici Modifica

Phaser Modifica

Voyager aftphasers

Una nave di classe Intrepid fa fuoco con i phaser

Le navi di classe Intrepid utilzzano un sistema integrato di phaser.La sezione dorsale del disco è ricoperta da quattro banchi phaser, due dei quali si estendono dall'inizio della parte curva di poppa, per tutta la lunghezza del disco fino all'apertura del deflettore ausiliario di navigazione. La copertura di fuoco verso poppa è garantita da due piccoli banchi rivolti verso la parte posteriore della sezione a disco. La parte inferiore della nave è protetta da due banchi phaser simili a quelli della sezione dorsale. Ulteriore protezione è fornita da un banco che attraversa la parte ventrale dello scafo secondario e posizionato anteriormente rispetto al portello di espulsione del nocciolo di curvatura. A completare il set completo di tredici banchi phaser rimangono da segnalare i banchi posizionati nella parte inferiore dei supporti delle gondole mobili di curvatura e dell'hangar navette. (Star Trek: Voyager)

Un ulteriore banco phaser è stato localizzato sulla superficie ventrale della gondola di curvatura destra in VOY: "Unimatrice Zero".

Siluri Modifica

La classe Intrepid è equipaggiata con quattro lanciatori standard (due di prua e due di poppa). La USS Voyager è stata caricata con siluri fotonici di tipo 6 nel 2371. Nell'arsenale erano presenti inoltre almeno un siluro fotonico di classe 10 e due dispositivi al tricobalto. (VOY: "Il guardiano dall'altra parte dell'universo", "Arma letale", "Il patto dello Scorpione, Parte II")

Un ulteriore quinto lanciatore è stato individuato nella parte centrale della sezione inferiore dello scafo secondario in VOY: "Quarantena".

Scudi deflettori Modifica

Voyager shields

Lo scudo deflettore della classe Intrepid reagisce al fuoco

Lo scudo deflettore della classe Intrepid è un campo gravitonico subspaziale simmetrico e oscillante. Durante il combattimento, lo scudo trasmette i dati relativi al tipo di arma utilizzata e alla sua frequenza e fase. L'ufficiale tattico analizza questi dati e può configurare gli scudi in modo che abbiano la stessa frequenza dell'arma in arrivo, ma differente nutazione. Questa procedura aumenta drasticamente l'efficienza degli scudi. Sulla classe Intrepid sono presenti un totale di quattordici griglie di generazione degli scudi.

Raggio traente Modifica

Gli emettitori del raggio traente vengono montati direttamente sui componenti primari del telaio della nave. L'emettitore frontale è posizionato nella parte inferiore dello scafo secondario sotto il deflettore di navigazione. Il secondo emettitore è posizionato a poppa, nella parte posteriore del ponte 14.

Sistemi di supporto all'equipaggio Modifica

Strutture mediche Modifica

Intrepid class sickbay

Reparto principale

IntrepidClassSickbay

Unità di terapia intensiva

L'unica grande infermeria della nave è situata sul ponte 5, è equipaggiata con un'unità di terapia intensiva (UTI), supporto per contaminazioni biologiche, supporto per medicazioni critiche, una cella mortuaria, l'ufficio dell'Ufficiale Medico Capo, un insieme di tre lettini biomedici standard e uno per operazioni chirurgiche nel reparto principale ed infine un piccolo laboratorio medico. Lo staff medico standard è composto dal dottore e da un'infermiera, supportati dal Medico Olografico di Emergenza, che rende la classe Intrepid una delle prime ad esserne equipaggiata. (VOY: "Tuvix")

I tre lettini biomedici sono allineati nella sezione di terapia intensiva: sono destinati a pazienti che necessitano di cure e sono equipaggiati con dei monitor delle funzioni vitali. Nell'angolo del reparto principale è posizionato il lettino per interventi chirurgici, dove vengono effettuati gli interventi più importanti e curati i pazienti più critici. Un sofisticato sistema di sensori è contenuto nel soffitto sovrastante il lettino. Uniti all'utilizzo di un tricorder medico, i sensori permettono di monitorare costantemente e dettagliatamente le condizioni del paziente. Il lettino inoltre è progettato per utilizzare un telaio per il supporto alle operazioni. L'area che contiene il lettino per operazioni chirurgiche può essere isolato da un campo di forza. In caso di necessità, per esempio a causa di un sovraffollamento di pazienti o in caso di trasfusioni di sangue, è possibile condurre le operazioni chirurgiche anche nella zona di terapia intensiva. (VOY: "Ladri di organi", "Immagine Latente")

L'ufficio dell'ufficiale medico capo è al centro dell'infermeria. Nel suo ufficio, l'ufficiale medico può lavorare in tranquillità, avere incontri con i pazienti, con lo staff o altri. La sua posizione inoltre permette al medico di essere subito presente in infermeria. Dietro all'ufficio si trova un piccolo laboratorio medico. Nel laboratorio lo staff medico oppure altro personale associato può monitorare gli esperimenti o eseguire dei test durante il cambio turno. Adiacente al laboratorio è prevista una piccola area per il mantenimento dei cadaveri. (VOY: "Sopravvivenza - seconda parte")

Navi commissionate Modifica

Appendice Modifica

Apparizioni Modifica

Apparizioni non-canon Modifica

Fonti Modifica