Wikia

Memory Alpha

Io, Mudd (episodio)

Discussione0
2 957pagine in
questa wiki
Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"I, Mudd"
Traduzione Italiana: Io, Mudd
Traduzione letterale: Io, Mudd
TOS, Episodio 2x12
Numero di produzione: 60341
Prima messa in onda: 3 novembre 1967
Versione rimasterizzata messa in onda: 14 ottobre 2006
42° di 80 prodotto in TOS
37° di 80 rilasciato in TOS
6° di 80 rilasciato in TOS Rimasterizzata
37° di 727 rilasciati in tutto
Stella Mudd
GvsualanAggiunto da Gvsualan
Scritto da
Stephen Kandel

Diretto da
Marc Daniels
4513.3 (2268)
Arco: Harry Mudd (2 di 3)
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  

Harry Mudd, ora il capo di un pianeta di androidi, cattura l'Enterprise e cerca di imprigionare Kirk per vendetta.

Riassunto Modifica

TeaserModifica

Spock e il dottor McCoy stanno camminando lungo i corridoi della USS Enterprise, dove incontrano il marinaio Norman. McCoy commenta che Norman è strano e non mostra emozioni; per qualche motivo, Spock non l'ha notato. Norman entra nella stanza del controllo ausiliario, dove mette fuori combattimento il collega di servizio e attiva l'override.

Norman lurks outside auxiliary control
Norman si aggira fuori dalla stanza del controllo ausiliario
GvsualanAggiunto da Gvsualan

Sul ponte, Sulu riporta un cambiamento di rotta, in conseguenza del quale il capitano Kirk invia una squadra della sicurezza presso il controllo ausiliario, ma senza risultati. Sulu cerca di modificare il cambiamento di rotta, ma fallisce.

Norman fa irruzione nelle sezioni del monitor manuale di emergenza e di sala macchine, rende inoffensiva buona parte dell'equipaggio addetto a tali sezioni, e modifica i controlli. Norman si reca sul ponte e annuncia che il controllo della nave è passato a lui – ogni tentativo di alterare la rotta farà distruggere la nave. Apre poi uno sportello che si trova nella propria regione addominale, rivelando di essere un androide.

Prima parteModifica

Overload
Il manufatto di Norman
GvsualanAggiunto da Gvsualan

Norman annuncia di aver bloccato i controlli e che giungeranno a destinazione tra quattro giorni. Poi si disconnette davanti al turboascensore.

"Diario del capitano, data stellare 4513.3. Dopo esser passata sotto il controllo di un androide, l'Enterprise sta viaggiando a curvatura 7 da quattro giorni. Ora stiamo entrando nell'orbita di un pianeta che non è mai stato mappato."

Quattro giorni dopo, l'Enterprise entra in orbita di un pianeta non mappato. Norman si riconnette e annuncia che Kirk, Spock, McCoy, Uhura e Chekov devono scendere su di esso, o distruggerà i motori.

Mudd the First
Re Mudd il Primo
GvsualanAggiunto da Gvsualan

Il pianeta è di classe K, il che significa che può sostenere la vita solo con l'impiego di parecchia tecnologia. Vengono scortati fino alla presenza di Harry Mudd, il quale dichiara di essere l'imperatore del pianeta: Mudd il Primo. Annuncia anche che Kirk deve rimanere per il resto della sua vita sul pianeta, anch'esso di nome Mudd.

Seconda parteModifica

Harry Mudd è circondato da androidi, i quali sono soprattutto di fattezze femminili molto attraenti - cinquecento solo della classe Alice. Afferma che questi androidi possono fornirgli qualunque cosa desideri.

Mudd continua a spiegare la propria presenza sul pianeta e dice loro che era stato mandato in prigione da Kirk e colleghi dopo la sua ultima apparizione. Dopo la fuga, si era guadagnato da vivere rivendendo illegamente patentini. Era stato catturato e condannato a morte su Deneb V; fortunatamente, era stato in grado di rubare una nave per andarsene. Dopo aver vagato senza meta per un po', si era ritrovato su questo pianeta.

Il problema è, ovviamente, che si è annoiato, e gli androidi non vogliono lasciarlo andare. Kirk e i suoi compagni si trovano lì perché ha ordinato agli androidi di procurargli una nave, in modo da far rimanere sul pianeta l'equipaggio ed egli andarsene con la nave.

Mudd poi mostra loro un androide con le sembianze della sua stizzosa moglie, Stella; si diverte nel dirle di star zitta tutte le volte che vuole.

Gli androidi li portano in un'area ricreativa, dove rivelano di esser stati costruiti da una specie umanoide proveniente dalla galassia Andromeda (forse non l'Impero Kelvano). La stella del loro pianeta era esplosa quale nova e solo pochi avamposti esplorativi erano sopravvissuti. Dopo che gli androidi escono dalla stanza, Spock nota che il numero degli androidi e il numero delle loro interazioni è talmente alto che non possono probabilmente operare indipendentemente, e che la logica suggerisce che ci debba essere un sistema di controllo centrale preposto alla guida dell'intera popolazione androide.

Barbara series
I robot della "serie Barbara"
GvsualanAggiunto da Gvsualan

Spock trova quella che sembra essere la stanza del controllo centrale. Norman vi si trova dentro, ma non ha intenzione di dire a Spock molto circa i controlli; egli "non è programmato per rispondere a questo".

Kirk, Uhura e Chekov incontrano la serie di robot Barbara. Uhura chiede per quanto a lungo possono durare; giunge la risposta: 500,000 anni. Inoltre, possono mettere un cervello umano in un corpo androide. A Uhura l'idea sembra sorridere.

Nella sala ricreativa, Scott si unisce all'equipaggio, l'ultimo a essere stato portato sul pianeta. Ora gli androidi stanno controllando la nave.

Terza parteModifica

Poiché gli androidi possono fornire tutto quel che si vuole, Kirk è preoccupato che il suo equipaggio venga tentato. Ad esempio, Chekov, viene servito da due androidi Alice, e sembra godersi la cosa. Scott, d'altra parte, è piuttosto interessato alle risorse tecnologiche presenti.

Leonard McCoy hypos Harry Mudd
Mudd viene messo fuori combattimento
CzechOutAggiunto da CzechOut

Kirk e i suoi compagni progettano la fuga, Uhura e Chekov sembrano trovarsi bene lì, ma Kirk li fa rinsavire. Giunge un'Alice e promette loro tutto quello in grado di renderli felici, e Kirk replica di non poter essere felice senza la propria nave la quale è una bella donna e loro tutti l'amano. Alice non reagisce molto bene; chiede a Norman (che non è presente) di coordinare, e se ne va subito.

Imaginarydance
L'immaginazione trionfa sulla logica
CzechOutAggiunto da CzechOut

Mudd dice addio agli androidi quando Kirk lo raggiunge per parlare con lui. Con sorpresa del solo Mudd, gli androidi non vogliono lasciarlo andare. Essi rivelano quindi il loro piano: vogliono "servire" gli umani finché questi ultimi non dipenderanno in tutto e per tutto dagli androidi. "I loro istinti aggressivi saranno sotto il nostro controllo. Noi... potremo prenderci cura di loro."

Quarta parteModifica

Spock immagina che sia Norman a coordinare gli androidi, per due motivi: primo, c'è un solo Norman, ma molte copie degli altri androidi, e secondo, quando Alice si era sentita confusa prima, aveva chiesto a Norman di coordinare. Decidono di bersagliare Norman con della logica folle nel tentativo di sovraccaricare il controllo centrale.

Decidono di attuare un tentativo di fuga, poiché gli androidi se ne staranno attendendo una. Mettono fuori combattimento Mudd - nonostante le sue proteste - e poi dicono agli androidi che l'uomo morirà se non riceverà le cure a bordo dell'Enterprise. Uhura poi finge2

di tradire l'equipaggio per avere l'immortalità.

A questo punto, l'equipaggio mette in atto il vero piano di fuga. Iniziano una pantomima surreale per due androidi della serie Alice per confonderle. Gli androidi non riescono a razionalizzare gli input illogici e conflittuali e si disconnettono.

Muddhorror
Mudd reagisce con orrore di fronte alla prospettiva che lo attende.
CzechOutAggiunto da CzechOut

Da altre parti, Spock cerca di eseguire la presa nervosa su un'altra Alice, ma senza alcun effetto. Poi causa il malfunzionamento di altre due Alice dicendo di amare una di loro e di odiare l'altra proprio perché identica all'altra. Gli androidi non riescono a capire, poiché sono identici: è illogico amarne una e non l'altra.

Quando questo piano sembra funzionare, decidono di intervenire su Norman. Dopo una serie di discorsi assurdi, imitazioni di androidi, morti ed esplosioni recitate, il paradosso del bugiardo ("Tutto quello che dico è falso. Sto mentendo" Sono un bugiardo o no?) alla fine fa disattivare Norman e, con lui, anche tutti gli altri androidi.

Mudd viene lasciato sul pianeta per un periodo di tempo non determinato con un certo tipo di promessa. Egli è contento della sentenza - gli androidi gli daranno tutto quello che vorrà - finché non viene a sapere che deve condividere il pianeta con almeno trecento e forse cinquecento copie della moglie. Inoltre, non ha alcun controllo su di loro poiché sono programmate per irritarlo e contraddirlo il più possibile.

Citazioni memorabili Modifica

"Proababilmente, è terrorizzato dalle sue perline e sonagli."

- Spock a McCoy, sul motivo per il quale Norman ha evitato gli appuntamenti medici


"Spock, si troverà bene qui. Parlano tutti come lei."

- Mudd, descrivendo gli androidi del pianeta


"Mi ha portato lei nello spazio. Non che volesse, ma le sue lamentele continue, eterne, irritanti... Comunque, penso sempre a lei. Ed ogni volta che lo faccio, mi allontano sempre di più."

- Mudd, circa la moglie Stella


"Harcourt Fenton Mudd, dove sei stato? Che hai fatto? Hai bevuto di nuovo, miserabile fannullone! Incapace!"

- Stella Mudd


"Questo posto è ancora migliore di Leningrado!"

- Chekov, dopo aver saputo che Mudd ha programmato gli androidi Alice per fungere come femmine umane


"È una donna bellissima, e noi l'amiamo."

- Kirk, descrivendo l<'Enterprise ad Alice 471


"Lei sarà anche un meraviglioso ufficiale scientifico, ma mi creda, non riuscirebbe a vedere patentini fasulli nemmeno a sua madre! "
"Non capisco perché dovrei convincere mia madre ad acquistare patentini falsficati."

- Mudd a Spock, mentre Kirk e Spock progettano un piano di fuga


"Per prossima cosa, porteremo le Alice a fare un giro nel paese delle meraviglie."

- Kirk, circa la fase successiva del piano di fuga


"La logica è un uccellino cinguettante, che saltella in un prato. La logica è un mazzo di fiori che puzzano. È sicuro che i suoi circuiti stiano funzionando correttamente? Ha le orecchie verdi!"

- Spock, mentre confonde Norman
Normanexpires
Norman collassa sotto il peso delle bugie
CzechOutAggiunto da CzechOut


"Cos'è l'uomo se non uno spirito altissimo, quel senso di... impresa."

- Kirk, dopo che Scott fa finta di esser morto


"Non sono programmato per rispondere a questa richiesta."

- Le parole finali di Kirk a Norman mentre l'androide si auto-distrugge


"Ora si troverà nuovamente fra umani illogici."
"Cosa che trovo molto soddisfacente, dottore, poiché su una nave piena di umani illogici la mia presenza è disperatamente necessaria."

- McCoy e Spock, prima di partire dal pianeta

Retroscena Modifica

Storia e produzioneModifica

  • Il titolo è un possibile riferimento a I, Robot, la raccolta di racconti brevi aventi per protagonisti gli androidi del 1950 di Isaac Asimov, o I, Claudius, un romanzo del 1934 di Robert Graves circa la vita dell'imperatore romano Claudio.
  • La prima stesura dello script poneva maggior attenzione sull'atto di Norman di portare l'Enterprise a Mudd, con l'equipaggio che vi giungeva solo alla fine della seconda parte. [1] Dopo che un esame rivelava che Norman era un androide, Scotty esprimeva il desiderio di smantellare Norman, aggiungendo velocemente che non c'era "niente di personale." Norman capiva. (The Star Trek Compendium)
  • David Gerrold fece una riscrittura non accreditata di questo episodio. Uno dei cambiamenti più significativi apportati, dietro richiesta di Gene Coon, fu di portare l'equipaggio sul pianeta verso la fine della prima parte. Altri contributi degni di nota riguardarono la creazione dei cinquecento robot femmina tutti identici, e altro materiale riguardante Stella. Coon si offrì di condividere lo script in modo che Gerrold potesse essere accreditato. Tuttavia, Gerrold declinò l'offerta poiché pensava che, altrimenti, avrebbe tolto del merito a Stephen Kandel, il quale aveva creato Harry Mudd. [2]

RipreseModifica

Alice series
Le gemelle ed i propri doppi fasulli
GvsualanAggiunto da Gvsualan
  • L'aver utilizzato gemelle identiche per ogni "serie" di androidi ha aiutato il budget disponibile per gli effetti fotografici dell'episodio. Con l'uso immaginario di gemelle e schermi divisi, tanti quanti i sei di ogni modello che venne mostrato per volta, due dello stesso modello non richiesero altro che un ulteriore costume. Questo alla fine diede l'illusione di un pianeta con migliaia di androidi. (The Star Trek Compendium)
  • Mentre stava cercando gemelle identiche per farle recitare nel ruolo degli androidi, il direttore del casting Joseph D'Agosta trovò due ragazze (apparentemente prostitute) che camminavano per l'Hollywood Boulevard col loro gatto selvatico. Le portò a incontrare il produttore Gene L. Coon e il produttore associato Robert H. Justman. Mentre davano un'occhiata alle ragazze, Coon dovette tenere in braccio il gatto, che lo graffiò con le unghie e gli strappò la camicia. Le ragazze vennero ritenute inadatte al ruolo.[3]
  • "Io, Mudd" presentò una delle poche riprese a mano della serie, mentre l'equipaggio balla sulle note di una musica immaginaria. Una delle pizze con gli errori sul set mostra uno sguardo al dietro le scene delle riprese riguardanti questa sequenza.
  • La pizza con gli errori della seconda stagione conteneva una scena da questo episodio in cui Kirk afferra Mudd per il bavero mentre Mudd dichiara di aver assunto il controllo dell'Enterprise. Nella scena eliminata, William Shatner afferra i baffi di Roger C. Carmel e, mentre Carmel ride, Shatner si volta e ride verso la macchina da presa.

MusicaModifica

Oggetti di scenaModifica

Nanopulse laser device
L'avanzato dispositivo laser a nanoimpulsi di Norman
GvsualanAggiunto da Gvsualan
  • L'oggetto che si trova nel laboratorio di Norman sarebbe stato riciclato per alcuni episodi futuri, ove sarebbe apparso nei corridoi dell'Enterprise. Le parti del dispositivo che contenevano il laser a nanoimpulsi sarebbero poi state viste nel laboratorio del dottor McCoy.

CastModifica

  • Questo episodio segna l'ultima apparizione di George Takei nella serie fino a "Ritorno al domani". Durante questa assenza di quattordici episodi, Takei si trovava sulla East Coast impegnato nelle riprese di The Green Berets.
  • Shatner aveva messo su un po' di peso prima delle riprese di questo episodio. Proprio quando qualcuno dello staff di produzione stava per mettere una foto impietosa del proprio profilo nella sua posta, egli si mise a fare esercizio fisico e iniziò a calare di peso.

ContinuityModifica

RicezioneModifica

  • Secondo Walter Koenig, la NBC prese in considerazione di produrre una serie spin-off sulle avventure comiche di Harry Mudd dopo il successo di questo episodio. Chiesero a Gene Roddenberry di svilupparne l'idea, ma essendo impegnato con Star Trek e altri progetti, non ne ebbe il tempo, e la serie non venne mai prodotta.[4]

Informazioni di rimasterizzazioneModifica

"Io, Mudd" fu il sesto episodio della versione rimasterizzata di The Original Series ad esser mandato in onda, in prima tv in syndication nel fine settimana del 14 ottobre 2006.

Oltre al materiale filmico nuovo standard CGI dell'Enterprise, questo episodio mostra soprattutto le nuove inquadrature del pianeta Mudd (ora un pianeta con un sistema di anelli), così come una revisione del materiale audiovisivo riguardante Norman mentre rivela il proprio circuito androide.

L'episodio successivo rimasterizzato ad esser stato mandato in onda è "Arena".

Timeline di produzione Modifica

Uscite su nastro e su DVD Modifica

Collegamenti e riferimenti Modifica

Personaggi ed interpreti Modifica

Attore ospite Modifica

Con la partecipazione di Modifica

E con Modifica

Attori non accreditati Modifica

Controfigura Modifica

Riferimenti Modifica

lega; Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie; Amanda; androide; galassia Andromeda; antisettico; controllo ausiliario; baseball; berillio; complesso del controllo centrale; cogwheel; ufficiale alle comunicazioni; pena di morte; Deneb V; Denebiano; nave di pattugliamento Denebiana; nave stellare Denebiana; detonatore; controlli direzionali; monitor manuale di emergenza; esplosivo; frode; sistema a libera impresa; sintetizzatore di carburante; fuso; Gargantua; golf; glowing badge; mente dell'alveare; umano; auto-distruzione indotta; proprietà intellettuale; tipo K; cosacco; Leningrado; sistema di supporto vitale; logica; signore; banca di navigazione principale; Fondatori; mashie; matter-antimatter pod; medi-robot; ufficiale medico; microvisione; Mudd; musica; laser a nanoimpulsi; navigatore; patentino; biosfera artificiale; esame fisico; primer; pianeta minerario Rigel; robot; royalties; ufficiale scientifico; plastica auto-rigenerante; giorno solare; Flotta Stellare; titanio; trigger relay/trigger mechanism; Vulcaniano; presa nervosa Vulcaniana

Collegamento esterno Modifica


Precedente episodio prodotto:
"Gli anni della morte"
Star Trek: Serie Classica
Stagione 2
Prossimo episodio prodotto:
"Animaletti pericolosi"
Precedente episodio trasmesso:
"Il gatto nero"
Prossimo episodio trasmesso:
"Guarigione da forza cosmica"
Precedente episodio rimasterizzato trasmesso:
"Uccidere per amore"
TOS Rimasterizzata Prossimo episodio rimasterizzato trasmesso:
"Arena"

Nella rete di Wikia

Wiki a caso