Wikia

Memory Alpha

Jonathan Archer

Discussione0
2 957pagine in
questa wiki
Ma icon generic portal

Questa voce è stata parzialmente tradotta dalla lingua inglese.

Questo articolo è uno stub. Puoi aiutare Memory Alpha correggendolo.
Puoi contribuire terminando la traduzione o usando altre fonti. Non usare programmi di traduzione automatica.
Se nella pagina di modifica trovi del testo nascosto (incluso nel codice <!--- original text ---> ), controlla che sia aggiornato servendoti dei collegamenti alle «altre lingue», tramite il menu a sinistra in fondo alla pagina.


Per la controparte dell'universo dello specchio , vedi Jonathan Archer (specchio).
AatrekAggiunto da Aatrek
Il capitano Jonathan Archer nel 2155
Genere: Maschio
Specie: Umano
Grado: Ammiraglio
Numero di serie: SA-022-9237-CY
Stato: Ritirato (2192)
Nascita: 2112, Stato di New York
Padre: Henry Archer
Madre: Sally Archer
Gruppo sanguigno: B-negativo
Interprete(i): Scott Bakula
Marty Davis da bambino
AatrekAggiunto da Aatrek
Il capitano Jonathan Archer nel 2151



Jonathan Archer è stato un ufficiale leggendario della Flotta Stellare e capitano dell'Enterprise NX-01, prima astronave e ammiraglia della Terra Unita. Come capitano, ha contribuito in modo determinante a rafforzare la presenza e l'importanza degli umani nel Quadrante Alfa e nel Quadrante Beta e ha rappresentato la Terra nel primo contatto con diverse specie, fra le quali i Klingon, gli Andoriani e gli Xindi.

Fra i più importanti umani della storia interstellare, Archer è ricordato soprattutto per aver salvato la Terra dalla minaccia Xindi e per aver spianato la strada verso la costituzione della Federazione Unita dei Pianeti, di cui è stato uno dei primi presidenti.

Infanzia e adolescenza Modifica

Jonathan Archer, 2121
Jonathan Archer bambino nel 2121
GvsualanAggiunto da Gvsualan

Jonathan Archer nasce nel 2112, figlio del famoso specialista della velocità curvatura Henry Archer e di sua moglie Sally. Nonostante sia nato nello Stato di New York,(ENT: "Cowboy dello spazio") Jonathan ha affermato più volte di aver trascorso la maggior parte della sua vita a San Francisco. (ENT: "Prima missione", "Cowboy dello spazio")

Cosmos A to Z
L'Universo dalla A alla Z di Laura Danly, una delle prime fonti d'ispirazione per Jonathan
Cid HighwindAggiunto da Cid Highwind

Una fra le prime fonti d'ispirazione di Jonathan per le scienze astronomiche fu una copia de L'Universo dalla A alla Z, che gli fu regalata da suo padre per il suo ottavo compleanno. Jonathan passava ore contemplando la copertina che raffigurava la Nebulosa del Ragno. (ENT: "La fusione") L'attrazione di Jonathan per lo spazio lo portò a manifestare la volontà di arruolarsi nella Flotta Stellare sin da bambino e in alcuni dei suoi libri di astronomia usava spesso firmarsi come "Ammiraglio Jonny Archer" sull'etichetta indicante il proprietario del libro. (ENT: "Il primo volo", "Prima missione") Durante l'adolescenza Jonathan raggiunse il grado di Eagle Scout nei boy scout, guadagnando 26 distintivi di merito e un distintivo speciale ottenuto nella foresta pluviale della Nuova Zelanda. (ENT: "La caccia") Durante la scuola, Jonathan fu convocato solo una volta nell'ufficio del preside, per aver passato un bigliettino a Katy Bentley. (ENT: "Il consiglio degli Xindi")

Nel 2124 suo padre morì a causa della Sindrome di Clarke, dopo aver sofferto per anni di forti dolori e frequenti allucinazioni, tali da non fargli riconoscere il suo stesso figlio o sua moglie. Comunque, anche grazie a questo tragico evento, la relazione fra Jonathan e uno dei migliori amici di Henry, Emory Erickson, si rafforzò tanto da far maturare in Jonathan l'idea che Emory fosse come un secondo padre.(ENT: "Stazione 12", "Dedalo")

Frequentò l'Università di Stanford, facendo parte della squadra di pallanuoto universitaria. Durante l'ultimo anno di università, nel 2134 partecipò alla finale regionale del Nord America. La partita fu contraddistinta da una spettacolare rimonta di due goal della squadra di Jonathan, proprio negli ultimi minuti. Questo avvenimento lo portò alla convinzione che si può sempre vincere ogni partita anche in forte svantaggio, contribuendo in modo determinante alla formazione del carattere di Jonathan, specialmente nelle situazioni apparentemente disperate. (ENT: "Vox Sola")

Pochi anni prima della costituzione della Flotta Stellare Jonathan prese in seria considerazione l'idea di servire a bordo di un cargo, ma alla fine decise di non farlo. (ENT: "La Horizon")

Primi anni nella Flotta Stellare Modifica

Nel 2136, all'età di 24 anni e mentre frequentava la scuola di volo, Archer incontrò Margaret Mullin, con cui ebbe una relazione sentimentale. La notte prima dell'esame finale le chiese di sposarlo, ma Margaret declinò l'offerta dicendo che non voleva diventare "vedova di un membro della Flotta Astrale". (ENT: "Il crepuscolo del tempo")

Prima del 2143 Archer aveva una relazione con Caroline. Quando lei decise di trasferirsi a Nuova Berlino, lui andò a sbronzarsi al Club 602.

File:JonathanArcher2143.jpg
Il Comandante Archer nel 2143, osserva la telemetria del primo volo a curvatura due

Con il grado di comandante, Archer fu uno dei quattro piloti di test del programma NX durante il decennio 2140-2150. Nel 2143 la rivalità fra lui e il comandante A.G. Robinson si risolse in favore di quest'ultimo, quando il Commodoro Maxwell Forrest gli assegnò il collaudo definitivo del prototipo NX-Alpha, relegando così Archer alla supervisione della telemetria da terra. Nonostante avesse raggiunto l'obbiettivo di curvatura due, Robinson si dimostrò determinato a sorpassare questa soglia, cosa che effettivamente successe. Raggiunta curvatura 2.2 il campo si destabilizzò, causando la distruzione del prototipo e mettendo in serio rischio la vita di Robinson, che riuscì a salvarsi attraverso una capsula di salvataggio. In seguito Archer e Robinson, con l'ausilio delle modifiche al motore apportate dal tenente Charles Tucker III, riuscirono a raggiungere la velocità di 2.5 e la stabilità del campo di curvatura con il prototipo NX-Beta. (ENT: "Il primo volo")

Sempre durante il decennio 2140-2150, Archer prese parte alla missione di addestramento Omega su Titano assieme a Tucker. Durante un'esercitazione la tuta ambientale di Tucker si guastò e Archer impedì al suo futuro ingegnere di togliersi il casco, salvandogli così la vita. (ENT: "Strani, nuovi mondi") In questo periodo Archer aveva una relazione sentimentale con Erika Hernandez, relazione che fu interrotta quando lui divenne un suo ufficiale superiore (ENT: "Ritorno a casa")

Nel 2150 gli fu assegnato il comando dell' "Enterprise". I suoi alloggi si trovavano sul ponte "E".

Al comando dell' Enterprise Modifica

Primo annoModifica

Archer and Trip
Il Capitano Archer e il comandante Charles Tucker III ispezionano l'Enterprise poco prima del suo lancio nel 2151
DefiantAggiunto da Defiant

La missione di Archer come capitano dell'Enterprise cominciò nel 2151. La prima missione fu quella di riportare un ufficiale Klingon ferito di nome Klaang verso Qo'noS, suo pianeta natale. Klaang fu attaccato da un gruppo di sulibani e costretto a un atterraggio di emergenza in Oklahoma. La strategia dei Sulibani, guidati da Silik, era quella di diffondere false informazioni allo scopo di destabilizzare l'Impero Klingon e causare una guerra civile nell'ottica di quella che successivamente venne denominata Guerra Fredda Temporale. Archer ebbe successo, la guerra fu evitata e come conseguenza ricevette dal comando della Flotta Astrale l'ordine di iniziare la loro missione di esplorazione. (ENT: "Prima missione")

Successivamente risolse il mistero di Terra Nova, una colonia terrestre con cui si persero i contatti 70 anni prima. I discendenti dei colonizzatori erano ormai costretti a vivere nel sottosuolo dato l'alto grado di contaminazione atmosferica, incolpando i terrestri dell'attacco subito. Non appena Archer e la sua squadra di sbarco scese sul pianeta, vennero attaccati. Grazie alla guarigione di una Novana dal cancro, visitata dal Dottor Phlox, e con un'operazione di salvataggio di un Novano intrappolato Archer guadagnò la fiducia del loro leader Jamin, convincendolo a trasportare la colonia in un luogo non contaminato.

Durante la visita al monastero vulcaniano di P'Jem stabilì il primo contatto con gli Andoriani. Sebbene sospettosi nei confronti degli umani, anche a causa della loro alleanza con i vulcaniani, gli andoriani mostrarono col tempo una sorta di "fiducia", in particolar modo nei confronti di Archer che li aiutò a rivelare la stazione di monitoraggio posta sotto il monastero. Sebbene la decisione di Archer portò alla distruzione del monastero, gli eventi che seguirono gettarono le basi per una futura alleanza e per uno stretto rapporto di amicizia con il comandante Shran, amicizia che si rivelò utile in molte occasioni e durante la missione Xindi. (ENT: "Il caso andoriano")

La scoperta di una civiltà pre-industriale come gli Akaali non passò inosservata. Nell'esplorazione del pianeta e dei suoi abitanti Archer e il suo equipaggio notarono gli inconfondibili segni di una malattia negli indigeni, probabilmente causata da letture energetiche che non avrebbero dovuto essere rilevate in una civiltà con quel grado di tecnologia. Con l'ausilio di una nativa, Riann, Archer determinò la posizione della fonte dell'energia in un negozio di antiquariato gestito da un uomo chiamato Garos, in realtà un alieno. Usando un reattore antimateria per l'estrazione mineraria dal sottosuolo Garos contaminò le falde acquifere della regione infettando la popolazione. Archer lo scoprì e quando l'Enterprise danneggiò la sua nave, Garos fu costretto ad andar via. Phlox sviluppò in seguito un antidoto contro le radiazioni. (ENT: "Una questione di civiltà")

L'Enterprise fu coinvolta in una disputa fra l'equipaggio di un cargo e i pirati nausicani. Dopo numerosi abbordaggi un nausicano venne imprigionato dall'equipaggio del cargo terrestre. Durante il tentativo di salvataggio del prigioniero l'Enterprise intercettò le due navi, ormai ai ferri corti, ordinando il rilascio dell'ostaggio e l'allontanamento dal settore da parte dei nausicani. (ENT: "I figli dello spazio")

Archer and Daniels in the Temporal Observatory (ENT Cold Front)
Archer, con Daniels, nell'Osservatorio Temporale
Blair2009Aggiunto da Blair2009

Archer incontrò di nuovo i sulibani quando Silik, mascherato da pellegrino in un gruppo di religiosi invitati sull'Enterprise, tentò di sabotare la nave. Il marinaio Daniels, fino ad ora ritenuto un qualsiasi membro dell'equipaggio, si rivelò essere un agente temporale inviato dal futuro. Daniels informò Archer dei piani di Silik, inclusi quelli riguardo i cambiamenti della linea temporale, ma Silik negò tutto affermando che il colpevole del sabotaggio era lo stesso Daniels. Una volta scoperto in ingegneria Silik riuscì a scappare, rendendo ovvia la sua colpevolezza nel sabotaggio. (ENT: "Guerra temporale")

Durante la scansione di un gigante gassoso l'Enterprise rilevò una nave Klingon apparentemente alla deriva negli strati più bassi dell'atmosfera. Organizzata una squadra di salvataggio composta da Reed, Sato e T'Pol con l'incarico di scoprire cosa fosse successo all'equipaggio, i tre vennero però sopraffatti dall'unica superstite della potente neurotossina che aveva infettato l'equipaggio. La superstite Bu'kaH fu restia a cooperare per il salvataggio della propria nave ma, con un'attenta analisi delle usanze klingon, Archer riuscì a convincerla. (ENT: "Una nave alla deriva")

Archer e T'Pol furono catturati durante una missione di ricognizione su Coridan da alcuni ribelli contro il governo locale, supportato dai vulcaniani. Grazie all'aiuto del comandante Shran, Reed e Tucker riuscirono a salvarli. (ENT: "Le ombre di P'Jem")

Durante l'esplorazione del pianeta Dakala riuscì ad impedire agli Eska la caccia ad esseri con poteri telepatici presenti sul pianeta. Una volta impauriti rilasciavano una sostanza che li rendeva dei facili bersagli per dei cacciatori. Su ordine di Archer, Phlox riuscì a mascherare la reazione chimica, difendendoli così dagli scanner dei cacciatori che lasciarono il pianeta, arresi all'evidenza. (ENT: "La caccia")

Archer shackled to the wall
Archer incatenato al muro dai Ferengi
DeevolutionAggiunto da Deevolution

Il primo contatto ufficiale fra gli umani e i Ferengi fu stabilito da Jean-Luc Picard, anche se fu preceduto da un primo contatto "non ufficiale" da Jonathan Archer. I Ferengi, ridotto l'equipaggio all'incoscienza, abbordarono l'Enterprise per saccheggiarla. Con l'aiuto di Tucker e T'Pol, Archer riuscì a mettere i Ferengi l'uno contro l'altro e a riprendere il controllo della nave. (ENT: "Acquisizione")

Alla ricerca di parti di ricambio, un alieno di nome D'Marr indicò all'Enterprise le coordinate dove trovare una nave abbandonata, che si supponeva fosse "posseduta". Una volta arrivati alle coordinate Archer e la sua squadra incontrarono un gruppo di Kantare, equipaggio della navicella abbandonata e costretti a rimanere sul pianeta a causa dei danni subiti. Il loro comportamento risultò bizzarro, soprattutto di fronte all'offerta di Archer di riportarli sul loro pianeta natale. In seguito si scoprì che tutte le persone incontrate da Archer e la sua squadra non erano altro che ologrammi creati da Ezral per non far soffrire di solitudine sua figlia Liana. L'Enterprise riuscì in seguito a riportare entrambi sul loro pianeta natale. (ENT: "Oasi")

Detenuto con Travis Mayweather in un campo di prigionia tandarano, Archer riuscì ad organizzare la fuga per degli esuli sulibani, ingiustamente accusati di appartenere alla Cabala. (ENT: "Prigionieri")

Archer fu catturato, insieme ad altri membri dell'equipaggio, da una creatura simbiotica nascosta nella stiva dell'Enterprise. Riuscirono a liberarsi solo una volta offertole la possibilità di essere accompagnata sul suo mondo natale. (ENT: "Vox Sola")

Sul pianeta Risa, durante una licenza di sbarco, incontrò una donna tandarana di nome Keyla che tentò di estorcergli informazioni sui sulibani. (ENT: "Due giorni e due notti")

Nel marzo del 2152, dopo l'incidente con la navetta che costò la vita a tutti gli abitanti della colonia mineraria di Paraagan II, ci fu il serio pericolo dell'annullamento della missione di Archer. Trasportato indietro nel tempo da Daniels, il giorno prima del varo della nave, gli fu rivelato il vero motivo del disastro della navetta e informazioni essenziali a dimostrare la propria innocenza. Archer, tramite le specifiche di Daniels, riuscì a far costruire delle boe quantiche allo scopo di annullare il vantaggio tattico ottenuto dai sulibani tramite l'occultamento e abbordare una nave sulibana per ottenere i dati necessari per continuare la missione. Come rappresaglia, Silik tentò di rapire Archer. Per salvarlo Daniels lo condusse nel XXXI secolo, causando inavvertitamente un danno maggiore di quanto avesse preventivato; di ritorno dal XXXI secolo lo scenario che li accolse fu quello di un pianeta Terra completamente devastato. Fortunatamente, Archer e Daniels furono in grado di ripristinare la linea temporale; Archer inoltre acquisì la consapevolezza della sua importanza per la nascita della futura Federazione Unita dei Pianeti. (ENT: "Onda d'urto - prima parte", "Onda d'urto, seconda parte")

Secondo AnnoModifica

Romulan mine traps Reed
Archer e il tenente Malcolm Reed sullo scafo dell' Enterprise
DeevolutionAggiunto da Deevolution

Primo contatto con l'Impero Stellare Romulano, solo audio. Durante un tentativo di disarmo di una mina romulana rimasta attaccata allo scafo della nave, il tenente Reed venne ferito da un artiglio magnetico della mina che si fissò sullo chiglia attraverso la sua gamba. Archer, grazie alle istruzioni di Reed, fu in grado di disinnescare la mina e salvare il tenente. (ENT: "Campo minato") I danni conseguiti dall'incontro con il campo minato romulano costrinsero la nave a uno stop fermato in una stazione di riparazione automatica. Questa stazione usava umanoidi come fonte di energia per il proprio computer, destino che fu tristemente riservato al guardiamarina Travis Mayweather. L'Enterprise riuscì a sganciarsi dalla stazione, non appena riusciti a salvare Mayweather. (ENT: "Sosta forzata")

Dopo aver involontariamente insultato i Kritassiani durante una missione di sbarco, il cane di Archer, Porthos, risultò infettato da un agente patogeno molto pericoloso. Phlox riuscì a curarlo e Archer passò tutta la notte in infermeria discutendo con il dottore, cosa che lo aiutò a risolvere la crisi diplomatica. (ENT: "Una notte in infermeria")

Archer e i suoi uomini insegnano agli abitanti della colonia di Quonset a difendersi dai Klingon. Rimasero con i nativi fino allo scontro con quest'ultimi. (ENT: "I predoni")

Aiutò T'Pol a rintracciare Menos, un operativo vulcaniano sfuggitole anni prima e che col tempo divenne un trafficante d'armi. Al momento della cattura, Menos fece presa sul senso di colpa di T'Pol per un incidente accaduto durante la cattura di un altro ex agente ma, grazie all'aiuto di Archer, T'Pol riuscì a mettere da parte i suoi dubbi e catturare Menos. (ENT: "Il settimo")

ArcherConsidersPrimeDirective
Archer considera l'idea di morire piuttosto che contaminare la civiltà pre-curvatura del generale Gosis
CzechOutAggiunto da CzechOut

Dopo aver accidentalmente lasciato un comunicatore su un pianeta di classe Minshara abitato da una società pre-curvatura, Archer e Reed furono catturati dai nativi nel tentativo di recuperarlo. Creduti dei super-soldati inviati da una fazione nemica vennero condannati all'impiccagione. Nonostante la Prima Direttiva non fosse stata ancora redatta, Archer preferì considerare l'idea della morte piuttosto che la responsabilità della contaminazione di una società pre-curvatura. Sia Archer che Reed vennero poi salvati dai loro compagni, utilizzando una cella nave sulibana occultata. (ENT: "Il comunicatore")

Costretti a trasferirsi nella passerella per ripararsi dagli effetti letali di una tempesta neutronica, Archer e il suo equipaggio diedero asilo a un gruppo di rifugiati appartenenti alla specie dei Takret. Un gruppo di militari, all'inseguimento dei rifugiati, abbordò l'Enterprise e per poco non la distrusse quando cercò di riattivare il motore a curvatura. (ENT: "La passerella")

Durante l'analisi di un buco nero facente parte di un sistema ternario l'equipaggio subì gli effetti della radiazione proveniente da questo. Eccetto T'Pol tutti sulla nave avevano atteggiamenti maniacali che culminarono in uno stato comatoso. Una volta stabilite le cause del male T'Pol fu costretta a svegliare il capitano Archer. Riuscì a pilotare la nave fino a una distanza di sicurezza dalle radiazioni, salvando l'equipaggio. (ENT: "La singolarità")

Coinvolto per la seconda volta in un conflitto fra Andoriani e Vulcaniani il capitano Archer dimostrò le sue abilità diplomatiche agendo come mediatore in una disputa territoriale fra i due governi, rappresentati da Soval e Shran. (ENT: "La tregua")

Arrestati e condannati in detenzione alla colonia penale di Canamar per falsi crimini, Archer e Tucker riuscirono a prendere il controllo della nave trasporto con l'aiuto di altri prigionieri. Una volta compresi i piani del leader dei prigionieri, che voleva lasciare alla deriva la nave uccidendo le guardie e il resto dei prigionieri, Archer prese il controllo totale del vascello impedendogli di nuocere e aspettò l'intervento di salvataggio da parte dell' Enterprise. (ENT: "Canamar")

Quando l'Enterprise scoprì un vascello alla deriva nello spazio, Archer ne ordinò il recupero a bordo per ulteriori analisi. Fu scoperto un corpo umano all'interno e il vascello attirò l'attenzione sia dei sulibani che dei tholiani che lo reclamavano come proprio. Preoccupato dalla possibile implicazione della nave recuperata nella Guerra Fredda Temporale, Archer tentò di attivarla durante uno scontro a fuoco, ma la nave sparì e i sulibani e i tholiani si ritirarono. (ENT: "Il mistero della navetta")

Due secoli prima dell'incontro fra la USS Enterprise-D e i Borg (TNG: "Chi è Q?"), Archer e il suo equipaggio dovettero affrontare questa pericolosa specie. Due droni borg ritrovati nel circolo polare artico furono rianimati da un'equipe di scienziati della flotta astrale. I droni provenivano dal XXIV secolo, parte del fallito tentativo di fermare il primo volo a curvatura della storia della terra. (Star Trek: Primo contatto) Una volta assimilata la squadra di scienziati i droni lasciarono l'orbita terrestre con una nave trasporto. L'Enterprise intercettò il vascello e lo distrusse, operazione resa più semplice dall'abbordaggio effettuato da Archer e Reed che misero delle cariche esplosive a bordo. (ENT: "Rigenerazione")

Durante il primo contatto con i Vissiani Archer strinse amicizia con il loro capitano, Drennik. Insieme analizzarono una ipergigante, all'interno di una navicela vissiana. Questo primo contatto terminò in modo tragico a causa dell'interferenza di Tucker nei riti di riproduzione vissiani. Tucker strinse amicizia con un cogenitore, il terzo genere sessuale dei vissiani e considerati come cittadini di "seconda classe". Il cogenitore chiese asilo ad Archer ma egli rifiutò dopo un incontro con i vissiani. Drennik in seguito contattò Archer informandolo del suicidio del cogenitore. (ENT: "Il cogenitore")

Klingon Modifica

KlingonTrialArcher
Archer in un "tribunale" Klingon
DeevolutionAggiunto da Deevolution

Dopo l'incidente di Broken Bow in Oklahoma, Archer incontrò i klingon diverse volte.

Negli ultimi mesi del 2152 Archer fu catturato dai klingon per aver aiutato i ribelli Raatooras. Processato su Narendra III, grazie al suo avvocato Kolos la sua condanna a morte venne derubricata. Archer fu condannato ai lavori forzati a vita sulla miniera di dilitio di Rura Penthe, ma riuscì ad evadere. Braccato dai klingon per questa offesa, la prima conseguenza fu l'emissione di una taglia. Il tellarite Skalaar catturò Archer per riprendere la sua nave sequestrata dai klingon, stabilendo così il primo contatto non ufficiale tra tellariti e umani, ma quando venne a sapere della distruzione di questa, lo liberò. (ENT: "Il processo", "La taglia")

Poco prima di entrare nella Distesa Delfica, Archer fu raggiunto da Duras, un klingon che fu disonorato quando Archer salvò i ribelli Ratooras. Archer distrusse la nave di Duras. (ENT: "Attacco alla Terra")

La distesa Delfica Modifica

ArcherPondersFuture
Archer considera la sua nuova missione contro gli Xindi
DeevolutionAggiunto da Deevolution

Dopo l'attacco alla Terra di una sonda Xindi nel 2153, ad Archer venne affidata una nuova missione: cercare la nuova arma che gli Xindi stanno costruendo, ma per trovarli dovranno perlustrare una pericolosa regione di spazio nota come la Distesa Delfica, per trovare i responsabili e impedire loro di lanciare la nuova arma contro la Terra. Ci vollero quasi sei settimane prima che l' Enterprise entri in contatto con uno Xindi, che addirittura diede loro un piccolo aiuto, dirigendo Archer alle coordinate che non contenevano altro che un campo di detriti appartenenti un tempo al pianeta Xindus. (ENT: "Attacco alla Terra", "Gli Xindi")

Questa sezione necessita attenzioneQuesta parte della pagina necessita attenzione. I motivi di questo avviso potrebbero essere sulla pagina discussione. Sentiti libero di modificare questa sezione per sistemarla.

Cronologia Modifica

Archer vulcan salute, KirShara
Archer risponde ad un saluto vulcaniano
ThomasHLAggiunto da ThomasHL
File:Klingonarcher-divergence.jpg
Archer trasformato in un Klingon nel 2154

Retroscena Modifica

Jonathan Archer è interpretato da Scott Bakula in tutti i 98 episodi di Star Trek: Enterprise. Bakula affermò (in parte scherzando) che pensava che il secondo nome di Archer fosse Beckett, in riferimento al Dr. Sam Beckett, il personaggio interpretato da Bakula nella serie TV Quantum Leap.

Archer in origine doveva essere chiamato "Jackson", ma alla fine il nome "Jackson" venne cambiato in "Jonathan", in quanto una ricerca evidenziò che esisteva una sola persona con il nome di "Jackson Archer."

Il copione per "Prima missione" stabilisce che Archer ha nove anni nella prima scena di Enterprise e 39 nel 2151.

Nell'episodio "Star Mitzvah" della sitcom televisiva Frasier, Noel Shempsky (interpretato dalla guest star di Star Trek: Voyager Patrick Kerr) chiese al Dr. Frasier Crane (interpretato dalla guest star di Star Trek: The Next Generation Kelsey Grammer) se poteva ottenere l'autografo da Scott Bakula su una fotografia del Capitano Archer.

Collegamenti esterni Modifica

Nella rete di Wikia

Wiki a caso