Wikia

Memory Alpha

L'interfaccia (episodio)

Discussione0
3 016pagine in
questa wiki
Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"Interface"
Traduzione Italiana: L'interfaccia
Traduzione letterale: Interfaccia
TNG, Episodio 7x03
Numero di produzione: 40277-255
Prima messa in onda: 4 ottobre 1993
154° di 176 prodotto in TNG
154° di 176 rilasciato in TNG
  {{{nNthReleasedInSeries_Remastered}}}° di 176 rilasciato in TNG Rimasterizzata  
283° di 727 rilasciati in tutto
Geordi reflects as interface probe
Scritto da
Joe Menosky

Diretto da
Robert Wiemer
47215.5 (2370)
  Arco: {{{wsArc0Desc}}} ({{{nArc0PartNumber}}} di {{{nArc0PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  

Geordi usa una sonda di realtà virtuale per esplorare una nave naufragata all'interno di un gigante gassoso, ma è preoccupato dalla scomparsa della nave della madre.

Riassunto Modifica

Geordi La Forge, Data, e Beverly Crusher stanno testando un'interfaccia che permette a La Forge di usare i circuiti del VISOR nel suo cervello, insieme ad una tuta di interfaccia, per controllare una sonda a distanza. Tramite questa connessione, Geordi può utilizzare la sonda per entrare virtualmente in aree che sarebbero troppo pericolose per i membri dell'equipaggio qualora vi entrassero fisicamente, e la sonda trasmette le informazioni direttamente nella corteccia cerebrale di Geordi, dando la sensazione di esservi realmente.

Mentre l'equipaggio si prepara per usare la sonda per investigare sul naufragio della USS Raman, che era rimasta intrappolata nell'atmosfera di Marijne VII, il capitano Jean-Luc Picard viene a sapere dall'ammiraglio Marcus Holt che la USS Hera, sotto il comando della madre di Geordi, Silva La Forge, è andata perduta durante una missione di routine nei pressi di Deep Space 3. Una ricerca accurata condotta dalle navi USS Excelsior e USS Noble non è riuscita a rilevare alcuna traccia del vascello, e sono stati dati tutti per dispersi. Geordi viene a sapere da suo padre che un servizio funebre è già stato organizzato per l'equipaggio sul pianeta Vulcano, il che sembra prematuro a Geordi.

Nonostante l'apparente perdita della madre, Geordi si interfaccia con la sonda e si reca a controllare se ci siano superstiti a bordo della Raman. Trova che non c'è anima viva a bordo della nave. Tuttavia, crede di incontrare sua madre a bordo del vascello, la quale gli dice che ella e l'equipaggio della Hera sono in realtà intrappolati sulla superficie del pianeta. L'uso continuo della sonda sottopone Geordi a livelli pericolosi di stimolazione neurale, obbligandolo a disconnettersi.

Geordi si convince che sua madre si trovasse sulla Raman, e vuole utilizzare la sonda per comunicare con lei. La dottoressa Crusher e Picard si rifiutano di permettergli di usare ancora la tuta d'interfaccia, e cercano di spiegargli che è altamente improbabile ch'egli abbia veramente comunicato con sua madre, la quale si troverebbe ad oltre 300 anni luce di distanza. Geordi decide di riusare comunque la tuta d'interfaccia e, con l'assistenza riluttante di Data, ritorna sulla Raman ed incontra nuovamente l'essere che appare come sua madre. Geordi viene alla fine a sapere che si tratta in realtà di una creatura del subspazio, nativa dell'atmosfera inferiore del gigante gassoso, la quale era rimasta intrappolata quando la Raman vi era entrata, lasciando poi l'atmosfera. Queste creature avevano inavvertitamente ucciso l'equipaggio della Raman nel loro tentativo di comunicare, ma erano riuscite a leggere nella mente di Geordi grazie alla sua interfaccia con la sonda. Geordi porta la nave più vicina al pianeta in modo che essa e gli altri come lei possano tornare a casa.

Alla fine, Geordi capisce che è probabile che sua madre sia morta, e che il suo incontro con la creatura spaziale gli abbia consentito, in qualche modo, di dirle addio.

Retroscena Modifica

  • Questo episodio contiene il primo riferimento del XXIV secolo alla USS Excelsior. Il riferimento successivo sarebbe stato fatto in VOY: "Flashback".
  • LeVar Burton e gli attori ospiti Ben Vereen e Madge Sinclair erano apparsi tutti nella miniserie del 1977 Roots. Vereen interpretava il personaggio del nipote di Burton e la Sinclair la moglie del suo personaggio da anziano, interpretato da John Amos.
  • Sebbene non fossero davvero apparsi insieme in Roots, questo episodio rappresentò la quarta apparizione televisiva della Sinclair e Burton come madre e figlio.
  • La storia iniziale di Joe Menosky vedeva Riker indossare la tuta da realtà virtuale, turbato dalla morte di suo padre, con scene della capanna in Alaska. Questo fu cambiato per via del viaggio nella mente di Riker (in "Schegge di realtà"), e della logica nell'usare gli impianti del VISOR di Geordi. (Star Trek: The Next Generation Companion)
  • La scena dove Riker consola Geordi per la sua perdita è stata scritta da Jeri Taylor quando si scoprì che la puntata non era abbastanza lunga. La scena non fu filmata fin dopo "Programma: sogno", tre episodi più tardi. (Star Trek: The Next Generation Companion)
  • Il supervisore degli effetti speciali Ronald B. Moore venne deluso dal fatto che l'elaborata miniatura della sonda fosse mostrata una sola volta. L'episodio mostra invece il dispositivo di Geordi al posto della sonda. Il regista Robert Wiemer spiegò che sarebbe stato "emotivamente poco soddisfacente" filmare la sonda con 'Silva', tagliando su Geordi per le inquadrature concernenti la sua reazione. (Star Trek: The Next Generation Companion)

Uscite su nastro e su DVD Modifica

Collegamenti e riferimentiModifica

Cast principaleModifica

Attori ospitiModifica

e

Attori non accreditatiModifica

RiferimentiModifica

47; ammoniaca; ammasso nero; Breen; corteccia cerebrale; Deep Space 3; Doosodariano; Excelsior, USS; Ferengi; Dio; Hera, USS; sonda di interfaccia; cascata di curvatura invertita; La Forge, Ariana; lacuna; orbita stazionaria bassa; Marijne VII; metano; sistema nervoso; sinapsi neurale; Noble, USS; palio; registrazione permanente; poesia; risposta psicosomatica, Raman, USS; roller coaster; Accademia della Flotta Stellare; imbuto del subspazio; raggio traente; iniziatore trionico; troposfera; VISOR; Vulcano (pianeta); Vulcaniano; bolla di curvatura; bobina di curvatura; campo di curvatura; imbuto di curvatura.


Episodio precedente:
"Diplomazia spaziale"
Star Trek: The Next Generation
Stagione 7
Episodio successivo:
"L'arma perduta - prima parte"