Wikia

Memory Alpha

La Galileo (episodio)

Discussione0
2 970pagine in
questa wiki
Ma icon generic portal

Questa voce è stata parzialmente tradotta dalla lingua inglese.

Questo articolo è uno stub. Puoi aiutare Memory Alpha correggendolo.
Puoi contribuire terminando la traduzione o usando altre fonti. Non usare programmi di traduzione automatica.
Se nella pagina di modifica trovi del testo nascosto (incluso nel codice <!--- original text ---> ), controlla che sia aggiornato servendoti dei collegamenti alle «altre lingue», tramite il menu a sinistra in fondo alla pagina.
Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"The Galileo Seven"
Traduzione Italiana: La Galileo
Traduzione letterale: La Galileo Sette
TOS, Episodio 1x13
Numero di produzione: 6149-14
Prima messa in onda: 5 gennaio 1967
Versione rimasterizzata messa in onda: 15 settembre 2007
14° di 80 prodotto in TOS
16° di 80 rilasciato in TOS
41° di 80 rilasciato in TOS Rimasterizzata
16° di 727 rilasciati in tutto
Galileo approaches Murasaki 312
Teleplay di
Oliver Crawford and S. Bar-David

Storia di
Oliver Crawford

Diretto da
Robert Gist
2821.5 (2267)
  Arco: {{{wsArc0Desc}}} ({{{nArc0PartNumber}}} di {{{nArc0PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  


La navetta Galileo si schianta sull'inospitale pianeta di Taurus II abitato da giganteschi umanoidi.

SommarioModifica

TeaserModifica

L'equipaggio della Enterprise è in rotta verso Markus III con a bordo delle forniture mediche, il loro viaggio li conduce nei pressi della quasar Murasaki 312. Si tratta di una grossa opportunità per fare delle indagini scientifiche. A bordo si trova l'Alto Commissario Ferris, che sovrintende la consegna dei medicinali su Markus III.

Sul ponte il Capitano Kirk riceve da Spock la conferma che la Galileo (2267) è pronta per il lancio. Il suo equipaggio al comando del Vulcaniano è composto dal Tenente Comandante Scott, dal Dr. McCoy, dai sottotenenti Latimer, Gaetano, Boma e dall'attendente Mears.

FerrisAndKirk

il Commissario Ferris entra nel ponte della Enterprise

L'Alto Commissario Ferris giunto sul ponte dal turboascensore ricorda a Kirk che occorre dare massima priorità alla spedizione di forniture mediche. L'epidemia nella colonia di New Paris è ormai fuori controllo, e l'Enterprise deve effettuare il rendezvous a Markus, dove poi le forniture saranno trasferite alla colonia.

Galileo launches, remastered

la Galileo in partenza

Kirk capisce la situazione, ma sa anche che il loro compito è anche quello di investigare sui quasar e fenomeni affini; del resto il rendezvous sarebbe avvenuto cinque giorni dopo, il viaggio invece ne avrebbe richiesti solo tre. Ne deduce di avere ancora ben 48 ore di tempo per studiare il fenomeno.

La Galileo procede al lancio. Nel mentre all'interno del fenomeno la navetta incontra una forte turbolenza, che la getta fuori rotta. Le interferenze elettroniche generate dal fenomeno mette i sensori fuori uso, interrompendo le comunicazioni tra la navetta e l'Enterprise. Tuttavia, Uhura riesce a distinguere le parole "portata fuori rotta" da una trasmissione estremamente confusa. Kirk deve tentare un salvataggio coi sensori fuori uso.

Galileo on Taurus II

la Galileo danneggiata sulla superficie di Taurus II

Prima parteModifica

La Galileo è costretta a fare un atterraggio di fortuna su Taurus II, un pianeta solitario nel cuore della Murasaki 312.

Mentre Scott cerca di riparare i guasti alla navetta Latimer e Gaetano sono mandati fuori per esplorare la zona col preciso ordine di mantenere i contatti. Intanto sull'Enterprise i sensori rimangono inservibili, rendendo impossibile l'uso del teletrasporto. Kirk dispone che una seconda navetta, la Columbus, venga preparata per recuperare l'altra nella superficie del pianeta.
UhuraTellsFerrisKirk

Uhura scopre un pianeta di Classe M

Aumenta la tensione tra Kirk e Ferris quando il primo appare deciso di dover usare ogni minuto disponibile per recuperare i suoi uomini. Uhura, nelle provvisorie funzioni di ufficiale scientifico restringe le ricerche scoprendo la presenza di un pianeta di Classe M. Come Scotty termina le riparazioni scopre anche che la Galileo ha perso gran parte del carburante necessario ad entrare in orbita, inoltre dovrebbero alleggerire di almeno 500 libbre il loro carico.
ScottyAndSpockTryRepairs

Scotty e Spock esaminano i danni della Galileo

Notando che ben poco delle attrezzature a bordo è superflua, Spock si prepara a prendere la difficile decisione di lasciare alle spalle tre membri dell'equipaggio in modo che il resto possa sopravvivere.

E' a questo punto che la fredda logica di Spock comincia ad innervosire alcuni membri dell'equipaggio, in modo particolare il sottotenente Boma, che propone di tirare a sorte per determinare chi sarebbe rimasto indietro, ma Spock si ritiene il più qualificato a prendere la decisione, snobbando il "rivolgersi al caso".

Intanto nella loro ricognizione Latimer e Gaetano sentono degli strani scricchiolii attorno a loro. Nel tentativo di fuggire verso la navetta incontrano una sorta di cavernicolo gigante armato di lancia. LA creatura ostile li attacca entrambi. Preso di sorpresa Latimer viene colpito alla schiena mortalmente. Gaetano tenta di colpire il Tauriano col suo phaser.

Seconda parteModifica

Gaetano riesce a seminare il Tauriano, mentre viene raggiunto da Spock e Boma, sconvolto nel vedere il corpo del suo collega caduto. Dopo essersi accertato che il gigante se ne fosse andato, Spock torna per esaminare la lancia. Nota che è simile alla Punta di Folsom, ma osserva che rispetto ad essa è grezza e non molto efficiente. Ancora una volta Spock suscita nervosismo tra i membri del suo equipaggio, le cui riflessioni archeologiche vengono giudicate inappropriate, considerando che uno dei loro compagni era stato appena ucciso. Il Vulcaniano, logico come sempre risponde: "Il mio interesse per la sua morte non lo riporterà certo in vita".

Boma e Gaetano decidono di trasportare il corpo verso la navetta. Spock non ha obiezioni, purché questo non interferisca coi lavori di riparazione. Quando si offre di aiutarli, loro rifiutano.

Non ci sono possibilità di ripristinare sensori, teletrasporto e comunicazioni. La squadra di ricerca non ha trovato tracce della Galileo o dei suoi passeggeri. Kirk ordina alla Columbus di effettuare la sua ricerca due gradi per volta.

Sulu fa notare che questo lascerà delle lacune significative nell'esplorazione della zona, ma Kirk ribatte che non hanno più abbastanza tempo per esplorare l'intero pianeta, in questo modo avrebbero coperto l'intera area, anche se avrebbero lasciato dei punti inesplorati facendolo.

Nella navetta McCoy e l'Attendente Mears informano Spock di essere riusciti ad eliminare 250 libbre di macchinari non necessari. Spock si complimenta con loro ma fa notare che ci sono ancora 250 libbre di troppo. McCoy protesta con Spock riguardo l'idea per niente etica di lasciare indietro un uomo per salvarne sei, ma sono interrotti da Boma, che entra nella navetta informandoli che sono pronti per la cerimonia funebre. Spock non ha nessun interesse ad eseguire una cerimonia quando la sua esperienza è necessaria a Scott per le sue riparazioni. Delega a McCoy l'esecuzione ma questo obietta che l'onere spetterebbe a lui in quanto ufficiale al comando. Spock lo riconosce ma insiste sul fatto che le riparazioni hanno la priorità. Insiste sul fatto che occorra "andare con ordine", ha intenzione di massimizzare le possibilità di sopravvivere al resto dell'equipaggio.

Più tardi, mentre Scott e Spock continuano le riparazioni, la rottura di un tubo provoca la perdita di tutto il carburante rimasto. La navetta non ha possibilità di generare alcuna propulsione. Deluso dalla situazione Spock ricorda a Scotty di "considerare una alternativa", affermando che, "c'è sempre una alternativa".

Fuori si tornano a sentire i rumori dei Tauriani. Spock capisce che sono provocati da strumenti di legno sfregati su tessuti di pelle. Boma suggerisce che essendo i Tauriani una cultura tribale, avrebbero dovuto avere un sensò di unità, loro avrebbero potuto usare questo a loro vantaggio. Colpendoli li avrebbero dissuasi dall'attaccarli di nuovo. McCoy e Gaetano riconoscono che si tratta di un piano "logico". Spock è esitante, ma riconosce la logica del piano, benché avversi ogni forma di violenza verso altre forme di vita. Propone così un'altra soluzione - spaventarli facendo brillare i phaser vicino ai giganti - sparando senza ferirli o ucciderli.

Manda McCoy e Mears alla navetta per aiutare Scott mentre lui avrebbe guidato Boma e Gaetano verso i Tauriani.

Il piano sembra avere successo e Spock torna con Boma alla navetta, lasciando Gaetano di guardia tenendosi in comunicazione. Quando fa ritorno Scotty propone a Spock un'idea. Avrebbe riconfigurato il reattore principale usuffruendo dell'energia dei phaser. Sfortunatamente, l'unica via di fuga è anche la loro unica difesa.

Terza parteModifica

Spock e gli altri riconoscono che non ci sono alternative. Ora nell'Enterprise il teletrasporto funziona e Kirk decide di inviare tre squadre da sbarco direttamente sul pianeta con la speranza di aumentare le possibilità di trovare l'equipaggio perduto. Intando Gaetano perde il suo phaser durante un nuovo attacco. Tenta di arrampicarsi su un versante roccioso, ma non ci riesce. Viene infine ucciso da un Tauriano.

Order 480-G anthropoid

Un Tauriano minaccia la Galileo

Spock, McCoy e Boma raggiungono il punto in cui si trovava l'ultima volta Gaetano. Non lo trovano da nessuna parte.

Spock ordina agli altri due di tornare alla navetta consegnando il phaser di Gaetano a Scott per convertirlo. Boma protesta, ma Spock è irremovibile. Per il Vulcaniano la ricerca di Gaetano soddisfa una "curiosità scientifica".

Infiltrandosi nel territorio dei Tauriani Spock trova il corpo senza vita di Gaetano e lo trasporta verso la navetta. I Tauriani si accorgono di lui e cominciano a lanciargli le loro lance, una delle quali lo manca di poco, bloccata da una roccia sporgente. Al suo ritorno Spock e seguito da una di quelle creature, che attacca la navetta lanciandole contro dei massi, terrorizzando l'equipaggio all'interno.

ScottyElectrifiesHull

Scotty elettrifica lo scafo esterno della Galileo

Spock ha l'idea di usare le batterie della nave per elettrificare lo scafo esterno. I Tauriani vengono così dissuasi dall'attaccare venendo fulminati diverse volte e si allontanano. Questa operazione però ha ridotto notevolmente il carburante a disposizione.

Boma allora sostiene ch'è il momento di officiare i funerali per i due compagni caduti. Alla fine, Spock cede e consente la sepoltura, "a condizione che le creature lo permettano."

KelowitzTalksToKirk

Kelowitz parla con Kirk tramite il monitor della postazione scientifica

Sulla Enterprise, è appena tornata la seconda squadra da sbarco con qualche vittima. Il Sottotenente Kelowitz, che la comandava, fa rapporto al Capitano, descrivendo le stesse creature giganti incontrate dall'equipaggio della Galileo.

Per quanto riguarda il Guardiamarina O'Neill "una lancia lo ha trapassato prima ancora di sapere che erano in giro." Il Sottotenente Immamura invece è sopravvissuto con gravi lacerazioni e una spalla lussata.

Il Commissario Ferris arriva sul ponte e informa il Capitano che il tempo è scaduto. Ferris ora assume il comando della nave in virtù dei poteri a lui conferiti dall'articolo 15 delle Procedure galactiche di emergenza. Kirk ordina alle squadre rimanenti di tornare indietro e chiama la Columbus, con la speranza che il Galileo potesse ancora comunicare il tempo necessario per gli altri a tornare. Con grande riluttanza, Kirk ordina a Sulu di impostare la rotta per Makus III.

Quarta parteModifica

Secondo quanto afferma Uhura, la Columbus sarebbe rientrata entro 23 minuti. Tanto era il tempo ancora a disposizione per le ricerche.

SpockBomaMcCoyScotty

Spock, Boma, e McCoy discutono della situazione mentre Scotty trasferisce l'energia dei phaser

Sulla superficie Scott ha appena finito di trasferire l'energia dell'ultimo phaser nella navetta stimando che avrebbero avuto la potenza sufficiente a tenere l'orbita per poche ore, anche per effettuare un eventuale atterraggio d'emergenza.

Scotty afferma che la navetta sarebbe stata pronta entro otto minuti. Spock allora riferisce a McCoy e Boma che hanno dieci minuti a disposizione per seppellire Gaetano e che li avrebbe aiutati anche lui.

La Columbus fa ritorno all'Enterprise. Le squadre da sbarco sono tutte a bordo. Kirk non ha più nessuna scusa per ritardare il viaggio. In ogni modo l'Enterprise procede a velocità subluminale.

Su Taurus II la cerimonia funebre è interrotta dal volo delle lance. McCoy, Boma e Spock sono di nuovo sotto attacco dei Tauriani e corrono verso la navetta. Dopo aver lanciato una lancia contro gli assalitori in modo da far guadagnare tempo agli altri, Spock fa per raggiungere gli altri, ma dopo pochi passi un'enorme roccia lo colpisce intrappolandolo. Dice agli altri di proseguire senza di lui, ma non gli danno ascolto e lo liberano.

FuelJettison

Spock getta il carburante a poppa

Tornano tutti e tre dentro la navetta, ma il tempo speso per liberare Spock permette ai Tauriani di raccogliersi attorno alla nave, trattenendola fisicamente, impedendogli il decollo. Accendendo i razzi ausiliari riescono a liberarsi e infine decollare. Purtroppo mentre raggiungono l'orbita si accorgono che senza i razzi non sarebbero in grado di effettuare un eventuale atterraggio morbido, se non saranno recuperati bruceranno nell'atmosfera del pianeta durante il rientro. A questo punto Scott ricorda a Spock quel che aveva detto in precedenza: "c'è sempre una alternativa". Spock sorprende tutti affermando, "forse mi sbagliavo".

Giunti in orbita Scott stima che hanno abbastanza carburante per 45 minuti. A questo punto Spock commette un gesto disperato. Scarica in volo il carburante e lo fa esplodere nella speranza che l'Enterprise possa vederne il bagliore e venire a salvarli.

Fortunatamente, l'azzardo paga. Il bagliore cattura l'occhio vigile di Sulu, che informa il Capitano, e cambiano rotta per tentare ancora una volta il salvataggio.

UhuraMearsLaugh

Uhura e Mears si uniscono alle risate dell'equipaggio

Come l'orbita della Galileo comincia a decadere i cinque passeggeri si preparano per l'inevitabile fine. Proprio mentre la navetta sta per bruciare l'Enterprise la attrae fuori, con l'equipaggio vivo e vegeto. Appena appresa la buona notizia Kirk ordina a Sulu di riprendere la rotta per Makus III al fattore di curvatura 1.

Con Spock e McCoy sani e salvi in plancia, Kirk affronta Spock chiedendo chiarimenti riguardo le sue azioni, cercando di fargli ammettere che il suo gesto è stato un atto puramente emotivo. Spock tenta di eludere la domanda incorniciando l'azione come una decisione logica di agire in preda alla disperazione. Kirk lo coglie in fallo, chiedendogli se ammetteva che si trattava di un atto puramente emotivo e umano. "No, signore." risponde Spock. Kirk poi commenta è un uomo molto testardo. "Sì, Signore," risponde Spock. Ad eccezione del Vulcaniano, tutto l'equipaggio del ponte scoppia in una lunga risata.

Galleria immaginiModifica

Collegamento esternoModifica


Precedente episodio prodotto:
"La magnificenza del re"
Star Trek: Serie Classica
Stagione 1
Prossimo episodio prodotto:
"Corte marziale"
Precedente episodio trasmesso:
"Licenza di sbarco"
Prossimo episodio trasmesso:
"Il cavaliere di Gothos"
Precedente episodio rimasterizzato trasmesso:
"Al di qua del paradiso"
TOS Rimasterizzata Prossimo episodio rimasterizzato trasmesso:
"La magnificenza del re"

Nella rete di Wikia

Wiki a caso