Wikia

Memory Alpha

La sindrome (episodio)

Discussione0
3 015pagine in
questa wiki
Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"Stigma"
Traduzione Italiana: La sindrome
Traduzione letterale: Stigma
ENT, Episodio 2x14
Numero di produzione: 040
Prima messa in onda: 5 febbraio 2003
39° di 97 prodotto in ENT
39° di 97 rilasciato in ENT
  {{{nNthReleasedInSeries_Remastered}}}° di 97 rilasciato in ENT Rimasterizzata  
668° di 727 rilasciati in tutto
Dekendi III
Scritto da
Rick Berman & Brannon Braga

Diretto da
David Livingston
Sconosciuta (2152)
  Arco: {{{wsArc0Desc}}} ({{{nArc0PartNumber}}} di {{{nArc0PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  

La posizione di T'Pol sull' Enterprise si fa incerta quando i Vulcaniani scoprono che la donna ha contratto una patologia che affligge la mente.

RiassuntoModifica

T'Pol viene a sapere di aver contratto la Sindrome di Pa'nar, una patologia neurologica mortale, derivante dalla sua indesiderata fusione mentale con Tolaris avuta luogo l'anno precedente. (ENT: "La fusione") Phlox pensa di poterla aiutare, ma necessita di maggiori informazioni. L'Enterprise giunge ad un incontro dello Scambio Medico Interspecie su Dekendi III, dove diversi medici Vulcaniani di nome Oratt, Strom, e Yuris sono presenti. Tuttavia, Phlox deve mentire circa la motivazione della sua richiesta sulla malattia; quelli che ne soffrono sono esclusi dalla società Vulcaniana, poiché il vettore di trasmissione è una fusione mentale, che è considerata un taboo dalla società di Vulcano.

Quando i medici Vulcaniani si dimostrano scettici circa l'interesse di Phlox per la malattia, fanno in modo di incontrare T'Pol e raccogliere segretamente parte del suo DNA, che mostra che la donna è ammalata. I medici informano il capitano Archer della condizione di T'Pol e minacciano di rivelare il suo stato all'Alto Comando per farla tornare a casa. Annullano anche l'invito di Phlox alla conferenza. Il capitano è deluso dal fatto che Phlox e T'Pol gli abbiano nascosto la verità, ma è ancor più infuriato dal fatto che i Vulcaniani sarebbero pronti a distruggere la carriera di un ufficiale a causa di una malattia od al modo in cui un ufficiale sia stato in intimità con altri. I medici Vulcaniani si dimostrano sordi alle richieste di comprensione ed aiuto da parte del capitano Archer.

Tuttavia, il dottor Yuris contatta segretamente T'Pol e le rivela di esser lui stesso un praticante la fusione mentale. T'Pol gli dice di essere stata infettata durante una fusione forzata, ed il medico suggerisce a T'Pol di dirlo agli altri, poiché si dimostreranno dalla sua parte se crederanno che la donna ha contratto la malattia non per colpa sua. T'Pol decide di non rivelare le specifiche per motivi morali, non volendo irrobustire il loro pregiudizio.

Alla fine, il dottor Yuris rivela il segreto della donna, e lui stesso "va allo scoperto". La posizione di T'Pol non è più in pericolo, ma rimane comunque infettata da una malattia che la ucciderà, e la società Vulcaniana rimane con i propri pregiudizi verso questa minoranza.

Nel plot secondario, una delle mogli di Phlox, Feezal, arriva a bordo dell' Enterprise per installare un microscopio di neutroni, e si ritrova a flirtare con Trip Tucker. Tucker si sente a disagio dal fatto che la moglie di un collega ci stia provando con lui, e ne informa Phlox. Il dottore lo incoraggia verso Feezal e gli ricorda che i Denobulani hanno diverse relazioni contemporaneamente e che la tipica moralità sessuale Umana non si addice a quelli della sua specie. Tuttavia, Tucker rifiuta le proposte di Feezal.

L'introduzione di questo episodio o film è incompleta

L'introduzione di questo episodio è stata identificata come carente di informazioni essenziali, e come tale richiede attenzione. Sentiti libero di modificare questa pagina per contribuire al suo sviluppo.

  • Per favore osserva le Politiche di Copyright, non copiare materiale da altre fonti senza permesso.

Citazioni memorabiliModifica

"Non stavo proprio toccando la sua gamba, vero, comandante?"

- Feezal a Tucker


"Be', devo tornare ai miei motori a curvatura. Il plasma si sta surriscaldando."
"So com'è."

- Tucker e Feezal

RetroscenaModifica

  • Le tematiche dell'episodio riguardanti il virus dell'HIV e la tolleranza verso l'omosessualità non sono un caso. Questo è stato il contributo di Enterprise alla campagna di sensibilizzazione della Viacom nei confronti dell'HIV ad inizio 2003. [1]
  • Una delle due lingue scritte Dekendi è un riutilizzo della lingua scritta Vidiiana, oppure è molto simile. La lingua può essere vista su diversi striscioni, e sui muri interni degli edifici.
  • Il PADD Vulcaniano è un riutilizzo del PADD Bajoriano, e lo scanner è una versione modernizzata di quello dei giorni nostri.
  • La malattia di T'Pol non verrà curata per altre due stagioni, in "Il Kir'Shara".
  • Questo episodio mostra la presenza di altri Denobulani, oltre a Phlox, nella serie.

Collegamenti e riferimentiModifica

Personaggi ed interpreti Modifica

Attori ospiti Modifica

E con Modifica

Attori non accreditatiModifica

RiferimentiModifica

aperture ring; blackberry cobbler; Black Cat, The; Bogga; caffè; condenser lens; Coridano; Consiglio dei Medici; Dekendi III; Denobula; Denobulano (idioma); ciambella; fargan; Forlisa; Groznik; filamento d'immagine; Scambio Medico Interspecie; Karloff, Boris; Kessil; Klaban; Lugosi, Bela; Monkey in the middle; enzima neurolitico; neutrone; microscopio per neutroni; nucleotide; Sindrome di Pa'nar; patologo; zuppa di plomeek; proteina; psichiatra; filtro quantico; ottica quantica; reflectometro; rosa; subcultura; Teerza Prime; sclerosi del timo; Vesena; Alto Comando Vulcaniano; fusione mentale Vulcaniana; Direttorato delle Scienze di Vulcano; trasporto di Vulcano


Episodio precedente:
"Il mio nemico"
Star Trek: Enterprise
Stagione 2
Episodio successivo:
"La tregua"