Wikia

Memory Alpha

Quinn

Discussione0
3 018pagine in
questa wiki
Questo articolo riguarda un membro del Q Continuum. Qualora ci si riferisse all'Ammiraglio di flotta, si veda Gregory Quinn.
Quinn

Quinn

Quinn era il nome scelto da Q, un membro del Q Continuum che decise di commettere suicidio. Un tempo un rispettato filosofo tra i Q, causò un po' trambusto all'interno del Continuum quando "pubblicò" le sue idee. Quinn dichiarò di essere annoiato dalla vita che stava conducendo come Q e che preferiva morire piuttosto che rimanere immortale. Venne imprigionato in una cometa, con l'intento di farvelo rimanere per l'eternità, perché le sue idee avrebbero causato una guerra civile all'interno del Continuum, cosa che - alla fine - accadde.

La nave USS Voyager incontrò Quinn e lo liberò. Quand'egli disse chi era, il Capitano Kathryn Janeway lo prese per il Q che aveva visitato l'USS Enterprise-D. Q tentò nuovamente di suicidarsi, ma sbagliò e fece scomparire tutti gli uomini che si trovavano a bordo della nave. Il Q dell' Enterprise apparve per venirselo a prendere, e restituì alla Voyager il suo equipaggio maschile, ma Quinn cercò di nascondersi spedendo se stesso e la Voyager in vari luoghi dell'universo, come all'inizio dell'universo, in proporzioni sub-atomiche, e persino come albero di Natale. Q conosceva tutti questi luoghi, ma prima che potesse imprigionarlo di nuovo, Quinn richiese asilo politico al Capitano Janeway. A bordo della Voyager si svolse un'udienza per determinare se l'asilo potesse esser concesso. Il Tenente Tuvok lo rappresentò. Disse che era stufo dell'immortalità. Per lui, ormai, non v'era più niente da esplorare, la sua vita non aveva significato, ed era di un tedio insopportabile. Q cercò di provare l'importanza della vita di Quinn chiamando testimoni come Isaac Newton, Maury Ginsberg e William T. Riker, sottolineando come Quinn fosse intervenuto sulle loro vite al fine di migliorarle. Per quanto riguarda Newton, giostrò l'albero prima che cadesse la mela, conducendo alla scoperta della gravità; Maury poté recarsi a Woodstock a vivere una vita soddisfacente; un avo di Riker, Thaddius, venne salvato da Quinn, permettendo al suo discendente di nascere e salvare la Federazione dai Borg (dando, al contempo, la possibilità a Q di insultarlo).

Quinn tentò di provare quanto fosse inutile la sua esistenza sofferta portando la Janeway nel Q Continuum, il quale venne rappresentato nella forma di una casa in mezzo ad un deserto attraversato da una strada. La strada, egli spiegò, rappresentava il limite dell'universo, oltre il quale non v'era più nulla per lui da esplorare. Nessuno dei Q nel Continuum parlava più, perché si era già parlato di tutto e tutto era ormai noto. Quinn disse alla Janeway di non voler finire per fare quella vita. Il Capitano Janeway deliberò in favore di Quinn, nonostante il tentativo di Q di corromperla facendo tornare la Voyager sulla Terra. Con riluttanza, Q mantenne la sua parola di trasformare Quinn in un umano mortale dopo l'emissione del verdetto. Janeway, in seguito, convinse Quinn a non commettere immediatamente suicidio, poiché ora poteva sperimentare una vita nuova senza essere un Q. Da umano, Quinn fece brevemente parte dell'equipaggio a bordo della Voyager. Janeway e Chakotay si domandarono se fosse il caso di assegnarlo alla sezione di cartografia stellare, dopo aver riflettuto sul fatto che avrebbero potuto anche chiudere l'intera sezione a causa delle vastissime conoscenze di Quinn. Forse, sapendo che - comunque - non si sarebbe mai trovato a suo agio in panni umani, Quinn si suicidò con un campione di cicuta Nogatch procuratogli da Q, il quale venne ispirato dallo spirito di "ribellione" di Quinn. (VOY: "Diritto di morte")

La morte di Quinn causò una frattura all'interno del Continuum, proprio come predetto da Q. Molti suoi seguaci chiesero allo status quo alcuni cambiamenti, e Q condusse i dissidenti verso una guerra civile. (VOY: "Questioni di Q-ore")

RetroscenaModifica

Quinn è stato interpretato da Gerrit Graham. Mentre era ancora un Q, Quinn venne semplicemente chiamato "Q", come tutti gli altri Q. Prese il nome di "Quinn" solo dopo esser diventato Umano.

Hemlock, il veleno che Quinn riceve da Q, fu spesso usato per le esecuzioni pubbliche nell'antica Grecia. Il più noto fu Socrate, il quale fu anch'egli imputato di eresia.

ApocrifoModifica

Nei romanzi non canon di Greg Cox, Quinn ha preso parte alla guerra del Continuum contro "0". Q si è riferito a lui come ad una sorta di mentore.