Wikia

Memory Alpha

Umiliati per forza maggiore (episodio)

Discussione0
3 017pagine in
questa wiki
Articolo del Mondo Reale
(scritto dal punto di vista del mondo reale)
"Plato's Stepchildren"
Traduzione Italiana: Umiliati per forza maggiore
Traduzione letterale: I figliastri di Platone
TOS, Episodio 3x12
Numero di produzione: 60043-67
Prima messa in onda: 22 novembre 1968
Versione rimasterizzata messa in onda: 16 giugno 2007
68° di 80 prodotto in TOS
65° di 80 rilasciato in TOS
35° di 80 rilasciato in TOS Rimasterizzata
65° di 727 rilasciati in tutto
Uhura and Kirk kiss
Scritto da
Meyer Dolinsky

Diretto da
David Alexander
5784.2 (2268)
  Arco: {{{wsArc0Desc}}} ({{{nArc0PartNumber}}} di {{{nArc0PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc1Desc}}} ({{{nArc1PartNumber}}} di {{{nArc1PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc2Desc}}} ({{{nArc2PartNumber}}} di {{{nArc2PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc3Desc}}} ({{{nArc3PartNumber}}} di {{{nArc3PartCount}}})  
  Arco: {{{wsArc4Desc}}} ({{{nArc4PartNumber}}} di {{{nArc4PartCount}}})  

L'Enterprise scopre un pianeta abitato da alieni che un tempo erano stati seguaci del filosofo greco Platone.

RiassuntoModifica

TeaserModifica

Alexander greets the landing party

Alexander accoglie la squadra di sbarco

In seguito alla richiesta urgente di assistenza medica, l'equipaggio dell'Enterprise trova un gruppo di alieni i quali dicono di aver basato la propria società sugli insegnamenti di Platone. Il loro capo ha un'infezione estesa che sta mettendo a repentaglio la sua vita.

Prima parteModifica

L'equipaggio scopre che i Platoniani possiedono una capacità psicocinetica molto potente, poiché il delirio del loro capo ha effetti violenti sull'ambiente che lo circonda. Un altro tratto Platoniano è la longevità estrema, poiché l'immunità fisica così scarsa sembra esser causata dall'energia mentale. Questo è quel che causa al loro potente capo di esser così vulnerabile a quello che dovrebbe essere un incidente da nulla.

Mentre si trovavano nel sistema Sahndara, gli abitanti iniziarono un programma eugenetico. "I figliastri di Platone" erano fuggiti dalla Terra al tempo del filosofo greco Platone quando la loro stella, Sahndara, era entrata in supernova. Fondarono una repubblica basata sul lavoro eponimico, dove i trentotto abitanti potessero condurre una vita contemplativa ed auto-sufficiente.

Parmen in pain

Parmen reagisce all'infezione

TelekeneticGames

I Platoniani mostrano i propri poteri telecinetici

Alexander with lyre

Alexander osserva attentamente Kirk mentre questi si prende a sberle

KirkSlapsSelf

Kirk è obbligato a schiaffeggiarsi

NotInControlOnPlatonius

Kirk, Spock e McCoy sono obbligati ad incontrare Parmen

KirkGetsStampedOut

Il piede di Spock viene obbligato a minacciare il viso di Kirk

SpockLosesControlOnPlatoniu

Spock viene spogliato del suo controllo emotivo

SpockStrugglesForControl

Spock cerca di riacquistare il controllo sulle proprie emozioni

Uhura and Chapel on Platonius

Uhura e la Chapel in abiti Platoniani

McCoyDecidesOnPlatonius

Parmen insiste che McCoy rimanga con lui e Philana

Un semplice graffio in una gamba di Parmen gli ha causato un'infezione sconosciuta. Il trattamento del dottor McCoy per Parmen si rivela efficace, e l'equipaggio cerca di andarsene dal pianeta. Tuttavia, l'Enterprise è bloccata; non sono disponibili i servizi del teletrasporto, la navigazione, o le comunicazioni subspaziali con la Flotta Stellare. Il capitano Kirk si reca nella stanza di Parmen, e questi gli toglie le armi e gli dice che gli ospiti devono riconoscere la sua supremazia. Alludendo all'ideale greco dell'ospite-amico, Kirk replica: "Ospite? Voi non conoscete il significato di questa parola. Gli ospiti non vengono trattati come prigionieri." Parmen usa il proprio potere di telecinesi per obbligare Kirk a schiaffeggiarsi ripetutamente.

Seconda parteModifica

Kirk, Spock, e McCoy si trovano nella stanza loro assegnata, cercando di contattare l'Enterprise, ma senza risultati. I Platoniani li convocano e sembrano grati per l'aiuto di McCoy. Danno alla squadra di sbarco alcuni doni: lo scudo di Pericle va a Kirk, una kithara a Spock, ed una collezione di cure greche scritte da Ippocrate a McCoy. Parmen chiede a Kirk di perdonarlo. Dice che lascerà libera la nave, ma vuole che McCoy rimanga sul pianeta.

McCoy si rifiuta, e Parmen dice che non gli si può dire di no. Kirk dice che Parmen non si può considerare un discendente di Platone. Spock sottolinea, "Platone voleva la verità e la bellezza e, soprattutto, la giustizia." Parmen dice che la loro società è la più democratica di tutte, al contrario della Federazione, che utilizza le armi per ottenere la giustizia, i Platoniani usano il potere della mente. Dice che vuol persuadere Kirk e Spock ad andarsene in pace in modo da non sconvolgere McCoy.

Parmen utilizza i propri poteri mentali per intimidire ed umiliare il capitano Kirk e Spock al fine di ottenere la loro collaborazione. All'inizio, cantano una canzone e danzano. Kirk dice a McCoy di non aver intenzione di lasciarlo con loro, e Parmen fa recitare a Kirk alcune strofe dal sonetto LVII di William Shakespeare: "Essere il tuo schiavo che dovrei fare se non attendere | durante le ore ai momenti del tuo desiderio? | Io non ho del tempo prezioso da passare; | Nessun servizio da fare, finché tu...". Parmen fa danzare Spock ancora un po', e poi lo obbliga a ridere e piangere, torturando la sua psicologia Vulcaniana facendogli provare emozioni.

Terza parteModifica

McCoy decide di rimanere, ma Kirk glielo rifiuta, sottolineando che una volta che se ne saranno andati verranno distrutti. Alexander dice la sua, affermando che Kirk ha ragione. Racconta che era stato solito pensare che fosse stata colpa sua il non aver avuto gli stessi poteri, e che doveva considerarsi fortunato se i Platoniani lo tenevano in vita. Ma ora, dopo che l'equipaggio ha risposto loro per le rime mostrando loro quello che sono realmente, si rende conto che la colpa è loro.

Spock chiede ad Alexander circa i poteri, e si rende conto che il potere è giunto poco dopo che i Platoniani hanno esaurito le scorte di cibo ed hanno iniziato a nutrirsi con un'alimentazione locale. McCoy esamina il sangue di Alexander e scopre che Parmen ha più kironide, che è spezzata dalla ghiandola pituitaria. McCoy sintetizza la kironide e la inietta a se stesso, a Kirk ed a Spock - al doppio della forza di Parmen. Kirk suggerisce che venga iniettata anche ad Alexander, in modo da prendere il posto di Parmen, e governare il pianeta, ma Alexander si rifiuta: "Pensate sia questo quello che voglio? Diventare uno di loro? Diventare il nemico di me stesso? Starmene a ciondolare annoiato ed attendere che le cose vengano fatte per me? Voglio andarmene in giro per i fatti miei. Se ho voglia di ridere o piangere, voglio farlo da me. Tenetevi pure i vostri preziosi poteri. Vi chiedo solo una cosa: se ce la farete ad andarvene da qui, prendetemi con voi."

La conversazione viene interrotta quando i Platoniani obbligano il tenente Uhura e l'infermiera Christine Chapel a teletrasportarsi sul pianeta mentre Kirk, Spock e McCoy guardano sbigottiti mentre le donne, incapaci di parlare, vanno mandate contro la loro volontà a prepararsi per l'intrattenimento serale.

Quarta parteModifica

In seguito, quella sera, Uhura e la Chapel si recano nella sala principale, entrambe con addosso favolosi abiti greci mentre Kirk e Spock le raggiungono, dopo aver indossato delle tuniche corte greche e corone di foglie d'alloro sulla testa. Kirk chiede a Spock di provare a sollevare alcuni piatti di cibo, ma i poteri non sono ancora attivi. Kirk, Spock, Uhura, e la Chapel vengono portati su un palcoscenico. Parmen vuol dare il benvenuto a McCoy, ma prima lo deve convincere a cambiare idea. Fa cantare a Spock quel che chiama "una serenata dell'astronauta ridente" ad Uhura ed alla Chapel.

Poi, il quartetto si divide in coppie: Uhura e Kirk, e la Chapel e Spock. La Chapel e Spock sono obbligati a baciarsi nonostante le proteste; la Chapel confessa di aver desiderato di star vicina a Spock per tanto tempo ma ora vorrebbe solo "fuggire via e morire". Uhura confessa a Kirk di essersi sentita rassicurata da Kirk nei momenti in cui si era sentita spaventata sul ponte. Le due coppie lottano invano per non baciarsi, ma lo devono fare comunque.

Dopo i baci, Parmen obbliga Kirk a minacciare Uhura con una frusta mentre Spock brandisce un ferro incandescente in direzione della Chapel. Mentre Parmen è distratto nel controllare i quattro ufficiali, Alexander cerca di sorprenderlo con un coltello. Parmen distoglie la sua attenzione per far in modo che Alexander punti il coltello contro se stesso. Nel frattempo, Kirk inizia a sentire che il proprio potere telecinetico sta crescendo, e ride dopo aver impedito ad Alexander di ferirsi. Parmen è incredulo che Kirk abbia capacità telecinetiche, e le mette alla prova. Manda Alexander a minacciare Kirk col coltello, ma nuovamente il capitano ribalta la situazione. Per un po', le due menti lottano per il controllo di Alexander. Il potere di Kirk risulta essere il maggiore, ma alla fine entrambi lo lasciano andare. Alexander inizia ad attaccare Parmen, ma Kirk lo ferma, chiedendogli semplicemente, "Vuoi essere come lui?" Alexander lotta con la propria coscienza, ma alla fine lascia cadere il coltello, disprezzando il suo ex padrone. Parmen vede che Kirk ha salvato la sua vita, e mostra di volersi pentire. Promette che sarà benevolo verso le future visite da parte della Flotta Stellare. Spock e Kirk sono dubbiosi di questo, e perciò sottolineano che ad ogni visitatore potrà esser facilmente date dosi di kironide. Parmen sembra d'accordo con questa verità, e Kirk pare soddisfatto che il "problema Platoniano" sia stato risolto.

Kirk chiama Scotty per essere teletrasportato, e dice di aver "una piccola sorpresa" per il capo ingegnere. Kirk intende mantener la promessa di portar Alexander via da Platonius.

Diario di bordoModifica

  • "Diario del capitano, data stellare 5784.2. Stiamo rispondendo ad una chiamata disperata di soccorso proveniente da un pianeta sconosciuto. Il mio ufficiale scientifico, il signor Spock, non riesce a darsene una spiegazione, poiché non ha trovato alcun segno di vita sul pianeta. Ha molti depositi di kironide, una fonte molto rara e duratura di grande energia."
  • "Diario del capitano, data stellare 5784.3. Il dottor McCoy sta curando il leader di uno strano gruppo di persone. Quando la stella del loro pianeta entrò in supernova, millenni fa, si trasportarono sulla Terra ai tempi di Socrate e Platone. Dopo la morte della civiltà greca che avevano adorato, si recarono su questo pianeta e crearono una società utopistica sulle basi ricevute."

Citazioni memorabiliModifica

"Alexander, da dove vengo io, la taglia, la forma o il colore non fa alcuna differenza."

- Kirk, circa la vita al di fuori di Platonius


"Dottor McCoy, lei può persino curare il raffreddore comune."

- Spock, dopo la guarigione di Parmen


SpockAndKirkDance

Parmen obbliga Kirk e Spock ad esibirsi

"I re filosofi non han bisogno di titoli."

- Parmen, correggendo Kirk


"Tuttavia, ho notato che i salutari sfoghi emotivi sono solitamente poco salutari per coloro ai quali vi devono assistere."

- Spock a McCoy, circa le umiliazioni subite


Chapel and Spock kiss

L'altro bacio obbligato

"Credete sia questo quello che voglio? Essere uno di loro? Diventare il nemico di me stesso?"

- Alexander a Kirk, circa il ricevere i poteri telecinetici


"Ho desiderato così tanto starle vicina. Ora tutto quello che voglio è fuggir via e morire!"

- Chapel, prima di baciare Spock


"Troppo amore è pericoloso."
"Si ricordi, la freccia di Cupido uccide i Vulcaniani."

- Dionyd ed Eraclitus, circa il bacio di Spock


"Ed ora mi fanno tremare. Ma non ho paura. Non ho paura."

- Uhura, prima del bacio con Kirk


AlexanderMoralHighGround

Alexander sgrida Parmen

"Non mi fermi! Me lo lasci finire!"
"Vuoi essere come lui?"

- Alexander e Kirk, mentre Alexander punta un coltello contro Parmen


"Nonostante le vostre menti, siete gli esseri più patetici che han mai vissuto in questo universo."

- Alexander, sgridando Parmen


"Per noi, uccidere è un crimine. Persino per vendetta."

- Kirk a Parmen, circa i motivi per i quali è stato risparmiato


"Il potere incontrollato può trasformare i santi in selvaggi. E noi possiamo esser accusati di esser arrivati fino ai nostri impulsi più bassi."

- Parmen a Kirk, prima che la squadra di sbarco se ne vada

RetroscenaModifica

  • Questo episodio è stato a lungo famoso per aver mostrato "il primo bacio interrazziale della televisione americana".
    Uhura and Kirk kiss

    Il primo bacio interraziale alla TV americana?

    Ad esser più precisi, si è trattato del "primo bacio tra un maschio bianco fittizio ed una donna nera fittizia ad esser andato in onda su una rete statunitense", poiché Kirk aveva baciato un'attrice asio-americana, France Nuyen, in un episodio precedente, "Elena di Troia". Quasi un anno prima (11 dicembre 1967), la NBC mandò in onda uno spettacolo musicale vincitore di un Emmy Award intitolato Movin' With Nancy, in cui i cantanti Nancy Sinatra e Sammy Davis, Jr. si erano scambiati un bacio. [1] Il programma di punta della Desilu, I Love Lucy, aveva anni prima infranto la barriera del bacio ispano-caucasico. Inoltre, The Little Rascals mostrava qualche bacio "innocente" fra le sue baby star, ma questi corti, con il titolo di Our Gang, erano già stati proiettati nei cinema.
  • C'è una disputa circa il fatto se il bacio ci sia davvero stato. Secondo la foto a sinistra, sembra che le labbra degli attori si stiano toccando. Tuttavia, sia Shatner che la Nichols affermano in Star Trek Memories che la NBC esercitò pressione affinché si evitasse il contatto labiale, e di usare una sapiente tecnica di ripresa per nascondere la "separazione". Se si guarda attentamente l'immagine, si può notare che le labbra degli attori non si stanno toccando, solo l'angolatura suggerisce che si stiano leggermente toccando.
  • Secondo Nichelle Nichols, in uno stadio iniziale dello script, si era ipotizzato che fosse Spock a baciare Uhura, ma William Shatner volle che si cambiasse, dicendo "Se qualcuno deve baciare Nichelle, devo essere io, cioè, il capitano Kirk!" (Quaranta anni dopo, Spock ed Uhura si sarebbero baciati diverse volte - con sorpresa di Kirk - in Star Trek.) La Nichols disse anche che ricevettero più posta per quell'episodio che per qualunque altro nella storia della serie e nessuna missiva, sorprendentemente, fu negativa. La Nichols ricordò una lettera che Gene Roddenberry le aveva mostrato. Proveniva da un uomo che viveva nel sud degli Stati Uniti, e che diceva "Io sono contro il mescolamento delle etnie, ma ogni volta che un tipo dal sangue caldo come il capitano Kirk abbraccia una pollastra come il tenente Uhura, ben venga!"
  • Sempre secondo la Nichols, la NBC temeva la scena del bacio perché alcune stazioni del sud avrebbero potuto decidere di non mandare in onda l'episodio a causa di questo particolare. Alla fine, si raggiunse un accordo: si sarebbero filmate due versioni della scena - una dove Kirk ed Uhura si baciavano, ed una dove non lo facevano. Filmarono con successo la prima versione (quella del bacio), poi ella e Shatner sabotarono deliberatamente ogni ripresa della seconda, rendendola inutilizzabile, e lasciando intatto il bacio. La Nichols scrive: "Il giorno seguente proiettarono i giornalieri, e sebbene io raramente li vedessi, non potei perdermi questo. Tutti guardarono mentre Kirk ed Uhura si baciavano e baciavano e baciavano. E vorrei dire come andarono le cose: sebbene Kirk ed Uhura cercarono di resistere, si baciarono in ogni singola scena. Quando arrivò la scena del non-bacio, tutti si ribellarono. L'ultima ripresa, che era parsa buona sul set, mostrava Bill che incrociava selvaggiamente gli occhi. Era così brutta che era inutilizzabile. L'unica alternativa era di tagliarla, ma era impossibile farlo senza danneggiare l'intero episodio. Alla fine, i tipi al comando cedettero: "Al diavolo. Teniamo la versione col bacio." Immagino che si attendessero che il bacio sarebbe stato censurato comunque. E perciò il bacio rimase." (Beyond Uhura: Star Trek and Other Memories)
  • Dopo esser stato assente dalla seconda stagione per una discussione con Gene Roddenberry, Alexander Courage tornò per comporre la musica di questo episodio, il suo ultimo lavoro per Star Trek. Questo episodio fu anche l'ultimo ad avere una musica originale, sebbene vennero composti nuovi brani per "Viaggio verso Eden" ed una perifrasi di Bramhs per "Requiem per Matusalemme".
  • George Takei (Sulu) e Walter Koenig (Chekov) non appaiono in questo episodio.
    Spock sings Maiden Wine

    Spock canta "Maiden Wine", composta da Leonard Nimoy, a Uhura ed alla Chapel

  • Il soggetto era stato originalmente intitolato "I figli di Socrate" e proposto il 13 giugno 1968. [2] L'episodio venne filmato dall'inizio alla metà di settembre.
  • La storia è simile sotto diversi punti di vista ad una storia di fantascienza del 1952 intitolata Telek di Jack Vance; ad esempio, in entrambe v'è una lotta mentale per il controllo di un coltello.
  • L'episodio mostra per la prima volta l'uso dell'energia psicocinetica per strangolare Alexander, quasi un decennio prima della scene famosa di Darth Vader con "Force Choke".
  • Questo episodio non venne trasmesso fino al 22 dicembre 1993 nel Regno Unito poiché la BBC lo saltava nella programmazione a causa degli elementi 'sadici' presenti nella storia. (Lo stesso fato toccò a "Il diritto di sopravvivere" ed a "Il sogno di un folle" e venne anche presa la decisione di non replicare "Miri" in una fascia oraria "familiare" per ragioni simili.) Le ipotesi che "Umiliati per forza maggiore" venne escluso a causa del bacio Kirk/Uhura quale 'controverso' sono erronee. Infatti, la televisione britannica aveva mandato in onda il proprio primo bacio 'interrazziale' diversi anni prima degli americani; la popolare soap opera Emergency Ward 10 aveva mostrato una lunga "interracial" relationship fra due protagonisti nel 1964 senza aver incontrato polemiche nel Regno Unito (sebbene i produttori si fossero attesi il contrario).
  • L'osservazione di Spock circa il fatto che Platone desiderava la giustizia sopra ogni altra cosa è corretta. In "La repubblica", il filosofo intravedeva la giustizia quale ideale più alto al quale ogni Stato potesse aspirare, raggiunto attraverso l'unione della saggezza, del coraggio e della temperanza.
  • Leonard Nimoy compose "Maiden Wine," la canzone che esegue in questo episodio.

Timeline di produzioneModifica

Informazioni di rimasterizzazioneModifica

La versione rimasterizzata di "Umiliati per forza maggiore" andò in onda in molte emittenti televisive americane nel fine settimana del 16 giugno 2007. Non furono necessari molti nuovi effetti speciali. Come in tutti gli altri episodi rimasterizzati, il modellino fisico dell''Enterprise venne rimpiazzato totalmente da un modellino CGI per tutto l'episodio. In maniera simile, l''Enterprise viene solitamente ripresa da angolazioni differenti - nonché più ravvicinate - rispetto alla versione originale.

Il nuovo effetto più visibile è quello che riguarda il pianeta Platonius. È stato mutato da quello originale, dall'aspetto simile a Marte, in uno che ricorda la Terra.

Il tricorder del dottor McCoy ricevette anch'esso una modifica. Il suo display venne trasformato da una barra grafica simile a quella che si trova nei display dell'infermeria ad una mappa lineare. Il beneficio di questo nuovo effetto sta nel fatto che ora il display è più facilmente leggibile quale reale confronto fra il sangue di Alexander e Parmen, insieme alle letture umane.

Inoltre, la modifica digitale delle riprese non SFX ha apportato un accrescimento generale della brillantezza dei colori che è forse più rilevabile in questo episodio che in altri.

Uscite su nastro e su DVDModifica

Fatto uscire insieme a "Il sogno di un folle", il volume originalmente non ebbe un visto censura, poiché uscì prima del Video Recordings Act 1984. Dopo il 1985, ebbe un visto censura PG.
A causa della decisione della BBC di omettere questo episodio dalla messa in onda iniziale, questa uscita fu quella che consentì agli spettatori nel Regno Unito di vederlo per la prima volta.

Collegamenti e riferimentiModifica

Personaggi ed interpretiModifica

Con la partecipazione diModifica

E:

Attori ospitiModifica

Attori non accreditatiModifica

ControfiguraModifica

  • Armando Gonzales nel ruolo della controfigura di Leonard Nimoy per il flamenco

RiferimentiModifica

primo millennio A.C.; primo millennio AD; accademico; mela; batterio; onda cerebrale; scacchi; raffreddore; giullare di corte; Cupido; danza; democrazia; tamburo; nano; emergency gyro; stabilizzatore d'emergenza; emozione; eugenetica; eccellenza; febbre; lingua francese; arredo; uva; greco; lingua greca; Ippocrate; ipo; infezione; kironide; kithara; coltello; alloro; lira; "Maiden Wine"; arte medica; meditazione; muscolo; Pan; Pericle; re filosofo; medico; ghiandola pituitaria; Platone; Platoniano; Platonius; principality; psicocinesi; repubblica; Sahndara; sistema Sahndara; ufficiale scientifico; Shakespeare, William; sonetti di Shakespeare; scudo; canto; pelle; schiavo; flotta spaziale; Flotta Stellare; comunicazione subspaziale; Attraverso lo specchio; Tweedledum and Tweedledee; Vulcaniano; vino

Collegamento esternoModifica


Precedente episodio prodotto:
"La forza dell'odio"
Star Trek: Serie Classica
Stagione 3
Prossimo episodio prodotto:
"Velocità luce"
Precedente episodio trasmesso:
"La ragnatela Tholiana"
Prossimo episodio trasmesso:
"Velocità luce"
Precedente episodio rimasterizzato trasmesso:
"Operazione cervello"
TOS Rimasterizzata Prossimo episodio rimasterizzato trasmesso:
"Le parole sacre"