Wikia

Memory Alpha

Universo dello specchio

Discussione0
2 957pagine in
questa wiki
Universo dello specchio
(coesistente in un'altra dimensione)
Terran-Empire-Insignia
Emblema dell'Impero Terrestre con soldati in marcia sullo sfondo
CaptainmikeAggiunto da Captainmike

L'"universo dello specchio" è il nome informale per l'universo parallelo visitato per la prima volta da James T. Kirk e diversi altri ufficiali della USS Enterprise nel 2267. Quest'universo parallelo coesiste con il nostro universo su un altro piano dimensionale. L'universo è così chiamato in quanto molti personaggi e luoghi sembrano essere l'esatto opposto delle loro controparti "normali" del "nostro" universo, con numerosi aspetti "positivi" diventati specularmente "negativi" e viceversa. (TOS: "Specchio, specchio")

Sebbene l'universo nella sua interezza possiede, come dimostrato dalle esperienze del Tenente Worf, un numero infinito di paralleli (TNG: "Universi paralleli"), l'universo dello specchio sembra apparire come qualcosa di interconnesso con l'"universo standard", al punto che quasi tutti i personaggi dell'universo standard, possiedono una controparte nell'universo dello specchio. Questo nonostante l'enorme divergenza storica che li contraddistingue, che dovrebbe rendere la probabilità di riscontrare gli stessi individui con le stesse caratteristiche, estremamente bassa. (DS9: "Il nuovo inganno dell'imperatore")

Storia Modifica

TerranEmpire
Per l'articolo principale, vedi storia dell'universo dello specchio.

Nell'universo dello specchio, il corso storico è dominato dall'Impero Terrestre, anche se non sono chiare le sue origini. Il Comandante Jonathan Archer nel 2155 affermò che l'Impero esisteva da "secoli". Archer non citò il numero esatto di secoli, ma la sua affermazione può ricondurre almeno fino al 1955 (due secoli prima), suggerendo che esisteva un'unità politica terrestre prima di diventare un impero interstellare. (ENT: "In uno specchio oscuro - prima parte")


Informazioni di retroscenaLa sigla iniziale per l'"universo dello specchio" della serie televisiva Star Trek: Enterprise, progettato per essere visto come se lo spettatore fosse un abitante del XXI secolo di quell'universo, utilizza immagini di battaglie del passato a partire dall'era dell'esplorazione del XVI secolo. Phlox dello specchio notò che le "grandi opere" della letteratura in entrambi gli universi erano quasi identiche, con la differenza che i personaggi per lui alternativi erano "morbidi e deboli" (eccetto che per Shakespeare), suggerendo che il posizionamento della data della divergenza sia anteriore. Nel romanzo di Diane Duane Dark Mirror, venne scoperto che anche le opere Shakespeariane erano più aspre nell'universo dello specchio; il finale de Il mercante di Venezia vede Shylock ottenere la libbra di carne da Antonio – il sangue versato sia l' "interesse per il debito" – eludendo il cavillo legale che era stato vincente nella versione originale.
Una data della divergenza, ancor più remota, viene suggerita sempre da Dark Mirror quando Picard scopre che nella versione dello specchio dell' Iliade, Achille uccide il Re Priamo dopo la morte di Ettore, quando gli viene chiesto di restituire il corpo di Ettore per i funerali. Picard pensava alla nostra versione dove nel poema quando "quell'uomo terribile mostrò compassione ... Ma non qui."
Infine in una scena tagliata per In uno specchio oscuro - seconda parte, Archer esterna un discorso per motivare l'equipaggio riunito dalle navi stellari ISS Enterprise e Avenger andate distrutte, in cui invoca il favore degli "dei". Questo, insieme all'affermazione di Marlena sull'"essere la donna di un Cesare" in "Specchio, specchio", suggerisce che la tradizione dell'Impero Terrestre si estende indietro almeno alla Roma pre-Cristiana. Tuttavia, data la natura dell'universo dello specchio, queste affermazioni devono essere prese cum grano salis.

Il primo contatto fra i vulcaniani e l'Impero Terrestre ebbe luogo nel 2063, come avvenne anche nel nostro universo. La lunga storia delle nazioni in guerra l'un l'altra, con il potente che divenne il più debole, condusse il popolo della Terra a credere che la conquista sia l'unico modo per sopravvivere nell'universo. La pace era solo uno stratagemma utilizzato per determinare la debolezza del nemico e per consentire a chi offriva la pace una possibilità di conquista dall'interno. Quindi, quando i vulcaniani atterrarono portando il loro pacifico messaggio, Zefram Cochrane sparò al primo vulcaniano che fece un passo sul suolo terrano anziché accoglierli a braccia aperte (come nel "nostro" universo), ed i terrani, interpretando l'atterraggio come preludio di un invasione, razziarono la nave vulcaniana. Il fucile utilizzato da Zefram Cochrane fu in seguito posseduto da Jonathan Archer, che immaginò che ciò che era successo non aveva portato Cochrane a ribaltare la situazione con le "forze di invasione" vulcaniane. Con l'avanzata tecnologia vulcaniana a loro disposizione, l'Impero Terrestre si espanse e conquistò altre specie, inclusi i vulcaniani, gli andoriani, i tellariti, gli orioniani e i denobulani.


Informazioni di retroscenaNel romanzo non canon Preserver, viene suggerito che Cochrane ha invece informato i Vulcaniani circa i Borg, suggellando di fatto un'alleanza militare.

Nel 2155, la ISS Enterprise, sotto il comando del capitano Maximilian Forrest, era la nave ammiraglia della Flotta Stellare dell'Impero Terrestre. Nel gennaio di quell'anno, il comandante Jonathan Archer si ammutinò contro Forrest al fine di condurre la nave nello spazio tholiano per catturare il USS Defiant proveniente dall'altro universo. Sebbene la rivolta non si concluse con successo, il capitano Forrest non ebbe altra scelta che proseguire nella missione, dato che il timone della nave era stato bloccato sul pilota automatico. In seguito, l' Enterprise venne distrutta dalle navi tholiane, ma non prima che Archer fu in grado di guadagnare il controllo del Defiant. (ENT: "In uno specchio oscuro - prima parte") Archer quindi tentò di usare il Defiant in un azione rivolta alla presa del potere, con l'intenzione di sostituire l'imperatore, ma fu tradito e ucciso da Hoshi Sato, che si decretò Imperatrice. Rimane tuttavia poco chiaro se Sato abbia perseguito il suo ruolo da imperatrice, o se il Defiant giocasse ancora un ruolo determinante nell'immediato futuro dell'universo dello specchio (particolarmente in riferimento al fatto che l'universo dello specchio in seguito non mostra alcun sviluppo fino al successivo crossover fra i due universi). (ENT: "In uno specchio oscuro - seconda parte")


Informazioni di retroscenaGli eventi successivi alla presa del potere di Sato sono descritti nel romanzo non canon Age of the Empress, che contiene il primo volume della serie nell'universo dello specchio, Glass Empires.

In un certo periodo compreso tra il 2155 ed il 2267, il simbolo dell'Impero apparve come fosse stato alterato. Il simbolo precedente somigliava molto quello del governo della Terra Unita, raffigurante tutti i continenti terrestri, benché sostituisca alla corona di alloro della pace con una spada aggressiva. Tuttavia, verso la metà del XXIII secolo, l'emblema, pur rimanendo essenzialmente lo stesso, mostrava solo i continenti dell'emisfero occidentale della Terra.


Informazioni di retroscenaIl simbolo originale si vede nell'episodio "Specchio, specchio", anticipando la sua comparsa in "In uno specchio oscuro - prima parte" e seconda parte.

Nel 2267, l'Impero Terrestre era la potenza dominante del Quadrante Alpha. Quando quattro ufficiali della Flotta Stellare (il capitano James T. Kirk, il tenente Uhura, il tenente comandante Montgomery Scott ed il dottor Leonard McCoy) della USS Enterprise vennero scambiati con quegli stessi ufficiali dalla ISS Enterprise nell'universo dello specchio a causa di un'interferenza nel teletrasporto dovuta ad una tempesta ionica, scoprirono un regime brutale, quasi dittatoriale nella sua struttura di comando. Gli avanzamenti nella carriera tramite l'assassinio erano all'ordine del giorno.

Uhura distracts Hikaru Sulu (mirror)
Uhura e Sulu nello specchio
OvBaconAggiunto da OvBacon

Durante il loro incontro, il capitano Kirk convinse la controparte del suo primo ufficiale, Spock, che l'Impero non poteva sostenere se stesso. Infatti, Spock prevedeva che nel suo stato attuale, all'Impero rimanevano solo 240 anni, prima del suo collasso totale. (TOS: "Specchio, specchio")

Poco dopo, Spock intraprese il ruolo di leader dell'Impero Terrestre, proponendo una serie di riforme progettate per rendere l'Impero più sicuro e meno dittatoriale nella propria natura. Queste comprendevano un programma di significativo disarmo. Sfortunatamente, una volta completate queste riforme, l'Impero non fu più in grado di autodifendersi contro le forze altrettanto aggressive e potenti che lo circondavano. L'Alleanza Klingon-Cardassiana soggiogò l'Impero, conquistando la Terra e lasciando i terrani e i vulcaniani in schiavitù, e liberando diversi pianeti che rimanevano ancora sotto l'influenza dell'occupazione terrestre, incluso Bajor.

Alleanza Klingon-CardassianaModifica

Klingon-Cardassian Alliance logo

Con il declino dell'Impero Terrestre, l'Alleanza Klingon-Cardassiana diventò la potenza dominante dell'universo dello specchio. Bajor presto si unì con l'Alleanza, e la postazione di comando, nonché impianto di estrazione mineraria, Terok Nor venne costruita nella sua orbita. (DS9: "Attraverso lo specchio")

Inoltre durante questo periodo, le forze dell'universo dello specchio iniziarono a implementare misure atte ad evitare ulteriori eventi intrusivi. I progetti dei teletrasporti vennero alterati per impedire il viaggio interdimensionale, richiedendo così la creazione di un dispositivo specifico per questo scopo, il teletrasporto multidimensionale. Nel caso di un'altra intrusione, tutti i coinvolti sarebbero stati uccisi per prevenire ulteriori interferenze. (DS9: "Attraverso lo specchio", "Sisko nello specchio")

Kira and Kira
Kira Nerys e... Kira Nerys
SchreiAggiunto da Schrei

Nel 2370, Terok Nor era comandata dall'intendente Kira Nerys, con Elim Garak come suo secondo al comando. Fu in questo punto del tempo che il secondo contatto conosciuto con il nostro universo ebbe luogo. Un runabout dalla stazione Deep Space 9 entrò nell'universo dello specchio in seguito ad un incidente nel tunnel spaziale Bajoriano. Kira Nerys e Julian Bashir vennero catturati dalle forze di Terok Nor, e interrogati dall'intendente. Bashir fu inviato ai lavori forzato nell'impianto di trasformazione minerario, dove conosce e diventa amico di "Smiley" O'Brien. Dopo aver istigato una serie di incidenti a bordo della stazione, inclusa la morte di Odo durante una rivolta degli schiavi, Kira e Bashir convinsero il pirata Benjamin Sisko a ribellarsi contro l'Alleanza e aiutarli a tornare al proprio universo. (DS9: "Attraverso lo specchio")

Un anno più tardi, Smiley attraversò il passaggio verso l'universo della Federazione e impersonò la sua controparte abbastanza a lungo da catturare Sisko, portandoselo nell'universo dello specchio, dove lo convinse ad assumere il ruolo di leader della rivolta. Sisko dello specchio rimase ucciso in una schermaglia con le navi dell'Alleanza, e i ribelli avevano bisogno che l'altro Sisko vinca contro Jennifer Sisko, la moglie di Sisko, che nell'universo dello specchio era uno scienziato al servizio dell'Alleanza. Jennifer era riuscita a sviluppare una matrice di sensori transpettrale, che avrebbe consentito all'Alleanza di localizzare i rifugi dei ribelli nelle Badlands. Sisko convinse la controparte dello specchio di sua moglie di passare dalla parte dei ribelli. (DS9: "Sisko nello specchio")

Mentre si trovava nell'universo della Federazione, Smiley scaricò le informazioni dai computer di Deep Space 9, inclusi gli schemi della Defiant. Nel 2372 i ribelli costruirono la loro versione della Defiant, ma ebbero difficoltà nel farla funzionare adeguatamente. Jennifer attirò Sisko di nuovo nell'universo dello specchio per un aiuto, benché Kira Nerys la uccise poco tempo dopo. Da questo momento la potenza della ribellione cresce, culminando nella cattura di Terok Nor, che divenne la base operativa dei ribelli. (DS9: "Lo specchio infranto")

Nel 2374, l'intendente Kira mandò un ladro, Bareil Antos, nel "nostro" universo per rubare uno dei cristalli bajoriani, credendo che le consentisse di unire Bajor sotto il suo comando. Il tentativo fallì, e Bareil ritornò nell'universo dello specchio senza il cristallo. (DS9: "Resurrezione")

Nel 2375, il Grande Nagus Zek, leader dell'Alleanza Ferengi nel nostro universo, usò il teletrasporto multidimensionale per viaggiare nell'universo dello specchio insieme al suo servitore Hupyriano, Maihar'du, sperando di avviare opportunità commerciali, ma vennero catturati e tenuti in ostaggio dall'Alleanza. Kira fece un accordo con Worf, il reggente dell'Alleanza, per ottenere la versione del nostro universo del dispositivo di occultamento Klingon in cambio del ritorno di Zek.

Kira inviò Ezri Tigan, una mercenaria Trill nonché amante di Kira, dalla nostra parte per dare a Quark la richiesta di riscatto. Quark e suo fratello Rom rubarono il dispositivo di occultamento dalla nave Klingon del generale Martok e lo consegnarono a Ezri, ma all'ultimo minuto decisero che non potevano fidarsi, e per assicurarsi che lei rispetti la sua parte dell'accordo la accompagnarono nell'universo dello specchio, dove tutti e tre furono catturati dai ribelli Terrani, che contavano di impossessarsi del dispositivo di occultamento, fino a quando il compagno di Ezri, Brunt li liberò, consegnandoli al Reggente Worf. A bordo della nave ammiraglia di Worf, Quark e Rom vennero imprigionati insieme a Zek dopo aver scoperto il piano di Kira, solo per essere salvati in seguito da Ezri per vendicarsi contro Kira per aver ucciso Brunt. Ezri finì per unirsi alla causa dei ribelli. Quark, Rom, Zek e Maihar'du riuscirono a ritornare al loro universo per aver i ribelli a sconfiggere Worf, una vittoria importante per la ribellione. Durante la fuga dalla nave di Worf, Garak venne ucciso. Quando furono visti per l'ultima volta, la marcia dei ribelli verso la vittoria non mostrava alcun segno di rallentamento. (DS9: "Il nuovo inganno dell'imperatore")

Culture Modifica

Tecnologia Modifica

Navi Stellari Modifica

Vedi anche: navi stellari dell'universo dello specchio

Appendici Modifica

Argomenti correlati Modifica

Apparizioni Modifica

Apocrifo Modifica

Ogni possibile "punto di divergenza" dall'universo tradizionale di Star Trek non è confermato, benché vi siano diverse spiegazioni non canon. Secondo il gioco di ruolo FASA e The Best of Trek, l'universo dello specchio diverge dalla timeline originale intorno al periodo delle Guerre Eugenetiche, mentre i fumetti DC Comics della serie The Mirror Universe Saga speculano che la Guerra terrestre-romulana fu il punto di divergenza, con la Terra sconfitta in quella guerra, la quale si è imbarcata successivamente in una politica di conquista dopo aver rovesciato i romulani (non è noto quale tipo di contatto l'Impero di Sato aveva con i romulani). Ulteriori opere non-canon, come i romanzi di William Shatner Star Trek: The Mirror Universe Trilogy (scritti insieme a Judith e Garfield Reeves-Stevens) e la novelizazione di Star Trek: First Contact sembrerebbero indicare che il viaggio nel tempo dei Borg verso l'era di Zefram Cochrane, poteva esserne responsabile.

Nel caso in cui Shatner ed i produttori di Enterprise avessero raggiunto un accordo sul compenso economico per un apparizione da ospite durante la quarta stagione della serie, ci sarebbe stata una spiegazione canonica delle origini dell'universo dello specchio come linea temporale alternativa. Secondo i rapporti, l'episodio avrebbe avuto Shatner nel ruolo dell' "Imperatore Tiberius", il James T. Kirk dell'universo dello specchio visto per l'ultima volta in "Specchio, specchio". Presunto assassinato dallo Spock di quell'universo nella sua ascesa al potere, sarebbe stato rivelato che il campo Tantalus in realtà riposizionava semplicemente le sue vittime nel tempo e nello spazio. Se questa storia fosse andata in produzione, la ISS Enterprise NX-01 avrebbe incontrato Kirk dello specchio su un pianeta del XXII secolo, dove era stato depositato dal dispositivo Tantalus quaranta anni prima (nella linea temporale della sua vita), e nel corso dell'episodio, avremmo visto gli eventi che avrebbero causato la generazione dell'universo dello specchio, con le linee temporali che iniziano un proprio corso distinto e divergente. Poiché l'accordo finanziario non è andato a buon fine con Shatner, la sua apparizione non è mai avvenuta, e una spiegazione differente per l'universo dello specchio come universo parallelo venne inserita in "In uno specchio oscuro - prima parte" e "In uno specchio oscuro - seconda parte".

Gli autori degli episodi sostengono che l'universo dello specchio non è semplicemente una timeline alternativa, bensì un universo parallelo dove gli schemi degli eventi si muovono in maniera simile, ma le intenzioni e le caratterizzazioni sono differenti, cosi che il popolo dello specchio rimarrà sempre (come sempre è stato) una versione distorta delle loro "normali" controparti, quindi nessun vero punto di divergenza può essere determinato, in quanto i due reami si muovono in modo parallelo. Dark Mirror, un romanzo Pocket TNG di Diane Duane, posiziona l'universo dello specchio come parallelo almeno a partire dalla fine dell' Iliade di Omere, dove Achille dell'universo dello specchio uccide il vecchio Re Priamo, anziché mostrare un istante di umanità. Dopo di che sembrò esserci una sorta di "inversione morale". Per esempio, secondo Platone il governo perfetto è adesso quello in cui la paura è rapportata alle persone in misura proporzionale alla saggezza del governatore. Picard nota che il finale del "Mercante di Venezia" di Shakespeare è drasticamente diverso: Shylock è premiato, e accetta il corrispettivo della libbra di carne. Questo universo è incongruente con gli altri in ciò che fu scritto prima degli episodi di DS9, e i riferimenti all'Impero Terrestre sono ancora validi nel 2367.

La possibilità di universi dello specchio divergenti sono stati anche considerati dai fan per spiegare le incongruenze dei costumi e degli effetti nella sua stessa struttura. In "Sisko nello specchio", le navi dell'Alleanza si vedono mentre si disoccultano, mentre ne "Il nuovo inganno dell'imperatore" l'Alleanza non è provvista del dispositivo di occultamento.

L'universo dello specchio è apparso in Star Trek: Voyager - Elite Force, un videogioco rilasciato per il PC. La Voyager, dopo essere stata spinta in un cantiere di demolizione, incontra alcuni umani ostili che lavorano con diversi alieni, inclusi Malon, Klingon e Hirogeni. Questi umani "spazzini" vengono dall'universo dello specchio e operano su una stazione costruita dai resti di una nave stellare di Classe Constitution dell'universo dello specchio, fra l'altro.

L'universo dello specchio inoltre è presentato in maniera rilevante in Star Trek: Shattered Universe, un videogioco rilasciato per PS2 e Xbox. Il gioco rappresenta una Flotta Stellare dell'Impero degli anni 2290, ed un crossover con le avventure del capitano Sulu della ISS Excelsior.

L'universo dello specchio è menzionato un paio di volte nella trilogia di romanzi della serie Deep Space Nine, Millennium. Durante il secondo romanzo, viene rivelato che Dukat, posseduto dai Pah-wraiths, ha ripreso il controllo di Terok Nor dello specchio, dove rimane in attesa del confronto finale con Kai Weyoun. Inoltre, il generale Martok, prepara una strategia di invasione che dovrebbe coinvolgere l'intera flotta Klingon dell'universo dello specchio.

Apparizioni apocrifeModifica

Collegamenti esterni Modifica

Nella rete di Wikia

Wiki a caso