Wikia

Memory Alpha

Vulcaniano

Discussione0
3 012pagine in
questa wiki
Sarek, 2293
Sarek, un maschio vulcaniano (2293)
Tpol2153
T'Pol, una femmina vulcaniana (2153)
Spock, 2267
Spock, un ibrido umano-vulcaniano (2267)
Surak
Surak, padre della logica vulcaniana
Vulcan captain, first contact
Primo contatto con gli Umani (2063)
TpauENT
T'Pau, una Syrrannita (2154)

I Vulcaniani (conosciuti anche come "Vulcan" e "Vulcaniti") sono una specie umanoide molto nota per la mente logica e la cultura stoica. Il pianeta natale vulcaniano è il pianeta Vulcano. I Vulcaniani sono stati una civiltà chiave nella fondazione della Federazione dei Pianeti Uniti.


Storia e politicaModifica

Il Comandante Spock ha teorizzato che il popolo di Sargon potrebbe aver colonizzato Vulcano circa sei milioni di anni fa. Sargon credeva che gli Umani e i Vulcaniani potessero anche essere discendenti dei loro primi viaggiatori. (TOS: "Ritorno al domani")

Con la scoperta degli antichi umanoidi progenitori nel XXIV secolo, si scopre che molte forme di vita umanoidi nella galassia conosciuta hanno un codice genetico che li guida ad evolversi nella forma umanoide. (TNG: "Il segreto della vita")

Il comandante T'Pol rivela, a proposito dei Vulcaniani e del pianeta Vulcano, che "ci siamo evoluti per vivere su questo pianeta." (ENT: "La Fornace")

Culturalmente una delle specie più affascinanti nella Federazione, i Vulcaniani erano un popolo estremamente violento ed emotivo (anche per gli standard terrestri) che viveva in una costante guerra fratricida. (TOS: "La navicella invisibile") Credevano in diversi dei, come gli dei della guerra, della pace e della morte. (TNG: "L'arma perduta - seconda parte") Con l'avanzare della loro tecnologia, i Vulcaniani raggiunsero un livello in cui la loro natura violenta rischiò di provocare l'estinzione della loro stessa specie. (ENT: "Risvegli")

Per evitare questo destino, un Vulcaniano di nome Surak sviluppò una filosofia che diede inizio del Tempo del Risveglio. Surak sosteneva che la causa principale di tutti i problemi su Vulcano fosse nell'espressione incontrollata delle emozioni. I suoi seguaci promisero di vivere basandosi principalmente sul sistema etico deciso da Surak e basato principalmente sulla logica. Le emozioni dovevano essere controllate e represse. (TAS: "Viaggio a ritroso nel tempo")

Nonostante questa filosofia si fosse diffusa velocemente su tutto Vulcano, una minoranza, i cui componenti erano conosciuti come "coloro che marciano sotto le ali del rapace", rifiutarono gli insegnamenti di Surak. Scoppiò una guerra distruttiva, durante la quale vennero usate anche bombe atomiche e tra le vittime ci fu anche Surak stesso. (ENT: "La Fornace", "Risvegli")

In seguito, chi si opponeva alla logica lasciò Vulcano e fondò alcune colonie (TNG: "L'arma perduta - prima parte", "L'arma perduta - seconda parte") tra le quali le più importanti sul pianeta Romulus, che divennero poi l'Impero Stellare Romulano. (TOS: "La navicella invisibile", "Incidente all'Enterprise"; TNG: "Il segreto di Spock - prima parte", "Il segreto di Spock - seconda parte") A un certo punto della storia, tra Romulani e Vulcaniani scoppiò una guerra durata cento anni. La guerra era istigata dalle azioni di un membro del Q Continuum. (VOY: "Diritto di morte")

Un altro gruppo che nega gli insegnamenti di Surak è conosciuto come i "V'tosh ka'tur" o "Vulcaniani senza Logica". I V'tosh ka'tur credono nel controllo delle emozioni attraverso la sperimentazione attiva delle stesse, piuttosto che con la soppressione. Anche molti di loro hanno lasciato Vulcano e conducono un'esperienza nomade. (ENT: "La fusione")

I Vulcaniani sono tra i primi popoli ad aver sviluppato la tecnologia di curvatura, anche se deve passare un secolo dal primo motore a curvatura al raggiungimento della curvatura 2. (ENT: "Il primo volo") I Vulcaniani svolgono alcune missioni di ricognizione nel sistema solare già nel 1957. (ENT: "Carbon Creek"). T'Pol afferma che i Vulcaniani "non condividono" con gli umani l'"entusiasmo per l'esplorazione spaziale", ma un Sirranita su Vulcano avverte Archer che ciò potrebbe non essere vero. (ENT: "Vincere la paura", "La Fornace")

Il primo contatto ufficiale tra Vulcano e gli Umani avviene il 5 aprile 2063 quando una nave di ricognizione vulcaniana avvista il volo a curvatura di Zefram Cochrane con la Phoenix. I Vulcaniani incontrano Cochrane sul luogo del lancio il giorno dopo il decollo. (Star Trek: Primo contatto)

I Vulcaniani diventano, in un certo senso, i "fratelli maggiori" degli Umani, aiutando la Terra nell'esplorazione della Galassia. L'Alto Comando Vulcaniano considera gli Umani impulsivi e simili ai Vulcaniani prima dell'Era del Risveglio e quindi tenta di rallentarli nella corsa allo spazio, finché non ritiene che siano pronti. (ENT: "Prima missione", "La Fornace")

In "Omini verdi" Quark, finito nel 1947, dice di voler dare ai Ferengi la tecnologia di curvatura in modo che loro l'abbiano prima dei Vulcaniani, anche se molte fonti suggeriscono che i Vulcaniani abbiamo la curvatura già un secolo prima di allora. Molto probabilmente Quark non è a conoscenza di ciò. I Vulcaniani dovrebbero aver inventato i motori a curvatura almeno un centinaio di anni prima del IX secolo, quando viene costruito il monastero di P'Jem su un pianeta che è presumibilmente a diversi anni luce di distanza da Vulcano, anche se questo viaggio potrebbe, in teoria, essere stato fatto utilizzando solo motori a impulso, probabilmente in navi con capsule di stasi per l'equipaggio.

Nei secoli XXI e XXII, i Vulcaniani sono probabilmente entrati in contatto con Cardassiani, Trill, Tholiani, Klingon e diverse altre specie. (DS9: "La terza profezia"; ENT: "Prima missione", "Il mistero della navetta")

In contrasto alla loro storica esplorazione pacifica, i Vulcaniani hanno una lunga serie di schermaglie di confine con i vicini Andoriani. Gli Umani aiutano a negoziare la pace tra i due popoli riguardo una disputa su un planetoide di classe D, chiamato dai Vulcaniani Paan Mokar. (ENT: "La tregua")

Nel XXII secolo, l'Alto Comando Vulcaniano, che prima si occupava solo di esplorazione spaziale e difesa planetaria, acquista maggior controllo sugli affari civili. Sotto la guida dell'Alto Comando, la politica di Vulcano verso gli altri pianeti diviene più aggressiva e interventista, usando l'antico monastero di P'Jem per spiare le attività andoriane. (ENT: "Il caso andoriano")

Vulcano diviene anche meno tollerante verso le minoranze filosofiche e politiche opposte all'Alto Comando, iniziando a perseguire il gruppo dei Syrranniti, che affermano che la società Vulcaniana non sta più seguendo gli insegnamenti di Surak. Queste tensioni arrivano al culmine nella crisi chiamata la riforma Vulcaniana, che sfocia nel rovesciamento dell'Alto Comando e del suo capo, V'Las (che si era segretamente alleato con i Romulani), e il reinsediamento del governo di Vulcano sotto la guida di Kuvak e T'Pau. Una delle prime azioni del nuovo governo è porre fine alla politica di ostacolo che tratteneva l'espansione umana nella galassia . (ENT: "La Fornace", "Risvegli", "Il Kir'Shara")

Fino al XXIII secolo, Vulcano non è mai stato conquistato. Non si ricorda un conquistatore. (TOS: "The Immunity Syndrome")

Ne "La magnificenza del re", Spock declina l'invito di McCoy a un drink, dicendo che il suo popolo è stato "risparmiato dai dubbi benefici dell'alcol", McCoy prende in giro Spock dicendo che così capisce perché Vulcano è stato conquistato. Ciò contraddice quanto sopra. Probabilmente McCoy stava solo scherzando. In ogni caso, visto che la Federazione si basa principalmente sulla Terra, anche dopo che i Vulcaniani hanno tenuto al guinzaglio gli Umani per un secolo prima della fondazione, si può pensare che McCoy intendesse la conquista in senso figurato di Vulcano da parte della Terra, dato che gli Umani hanno ora più influenza di Vulcano negli affari della Federazione.

Oggi, Vulcano rimane uno dei membri principali della Federazione ed è coinvolto a tutti i livelli della società. La loro tradizione di esplorazione continua; nel XXIV secolo, una nave vulcaniana è la prima a effettuare un primo contatto ufficiale con una civiltà del Quadrante Gamma, incontrando gli Wadi. (DS9: "Il gioco di Wadi") Proseguono l'esplorazione del Quadrante Gamma, incontrando i Rakhari e trovando i resti della civiltà degli Hur'q. (DS9: "La chiave vivente", "La spada di Kahless")

Nonostante i cattivi rapporti tra la Federazione e l'Impero Stellare Romulano, alcuni Vulcaniani cercano di stabilire rapporti più amichevoli con i loro cugini, sperando di poter riunire le due culture. Finora gli sforzi non hanno avuto successo. (TNG: "Il segreto di Spock - prima parte", "Il segreto di Spock - seconda parte") Con l'avanzamento della società dei Remani e con il miglioramento delle relazioni tra i Romulani e la Federazione dopo la Guerra con il Dominio, è incerto quale sia il corrente stato del movimento.

Nel XXIV secolo, il ministro della sicurezza vulcaniano è V'Shar. (TNG: "L'arma perduta - seconda parte")

Universo dello specchioModifica

Nell'Universo dello specchio la storia è molto diversa. Quando i Vulcaniani hanno il primo contatto coi Terrestri nel 2063 di questo universo, Zefram Cochrane spara al primo Vulcaniano che mette pubblicamente piede sul suolo terrestre, credendo che il vascello sia il primo di una flotta d'invasione. I Terrestri si impossessano del T'Plana-Hath e studiano la tecnologia vulcaniana. In seguito, l'Impero Terrestre riesce a conquistare Vulcano. (ENT: "In uno specchio oscuro - prima parte")

Negli anni 2150, i Vulcaniani sono considerati schiavi degli Umani e non vengono trattati alla pari. Alcuni Vulcaniani e navi vulcaniane si ribellano contro l'Impero Terrestre, ma fino al 2267, i loro tentativi sembrano non aver successo, anche se, in questo periodo Vulcaniani come Spock vengono trattati con maggior rispetto e temuti da alcuni terrestri. (ENT: "[[ In uno specchio oscuro - seconda parte (episodio)| In uno specchio oscuro - seconda parte]]"; TOS: "Specchio, specchio")

Negli anni 2370, i Vulcaniani servono come schiavi all'Alleanza Klingon-Cardassiana. Molto sono gli schiavi personali dell'intendente Kira Nerys sulla stazione Terok Nor. (DS9: "Attraverso lo specchio")

Alcuni Vulcaniani, come Tuvok, si uniscono alla Ribellione Terrestre. (DS9: "Sisko nello specchio")

Jonathan Archer si riferisce all'arrivo dei Vulcaniani sulla Terra come una parte della "forza d'invasione", anche se non è chiaro se ciò sia corretto o solo una supposizione basata sulla paranoia di Archer o sulla propaganda dell'Impero.

FisiologiaModifica

Vulcan DNA schematic
Scansione del DNA di una Vulcaniana
Tuvok2377
Tuvok, un maschio vulcaniano (2377)
SpockChest
Il petto vulcaniano
T'Pol naked
La schiena vulcaniana
Vulcan spine
La spina dorsale vulcaniana
Vulcan brain soval
Una scansione medica del cervello vulcaniano

Geneticamente, Vulcaniani e Umani sono abbastanza simili da poter generare ibridi. (ENT: "Lotta per la Terra")

Esteticamente, i Vulcaniani sono simili agli Umani, con l'eccezione delle sopracciglia arcuate e incurvate verso l'alto all'esterno e la struttura dell'orecchio esterno, la cui sommità finisce una una punta ben definita.

Molti Vulcaniani hanno capelli lisci, castani scuri o, più comunemente, neri e pelle molto chiara con una tinta molto leggera di verde, così come la pelle degli Umani discendenti dagli Europei è rosea. Alcuni Vulcaniani, come Tuvok, hanno pelle marrone, capelli neri molto ricci e una fisionomia simile agli Umani discendenti dagli Africani.

Altri condividono una fisionomia simile a quella degli Umani discendenti dagli Asiatici. La maggior parte dei Vulcaniani hanno un aspetto euroasiatico. (Star Trek: Serie Classica, Star Trek III: Alla ricerca di Spock, Star Trek: Voyager)

I Vulcaniani hanno peluria sul corpo simile a quella degli Umani e alcuni maschi sono molto irsuti. I maschi vulcaniani posso anche far crescere peli sul viso (come si vede sia per Sybok che per Spock e Soval dell'Universo dello specchio), ma raramente li lasciano crescere. (TOS: "Specchio, specchio"; Star Trek V: L'ultima frontiera; VOY: "Gravità"; ENT: "In uno specchio oscuro - seconda parte")

I Vulcaniani possiedono denti che gli Umani non hanno, come i tricupidi anteriori, la cui presenza fa supporre che i Vulcaniani abbiano anche tricupidi posteriori. I denti vulcaniani vengono ricoperti chimicamente per prevenirne i danni. (ENT: "Caro dottore")

Tricupidi sono probabilmente una forma di premolari come i bicupidi negli Umani. Non è chiaro se la presenza dei tricupidi modifichi la posizione dei denti vulcaniani e se abbiano sia tricupidi che bicupidi o quest'ultimi siano assenti. Dalle immagini esistenti, si può notare che i Vulcaniani hanno incisivi e canini come gli Umani.

In contrapposizione alle loro similarità estetiche, l'anatomia interna vulcaniana è radicalmente diversa da quella degli Umani. Il loro cuore è posto dove gli Umani, generalmente, hanno il fegato (TOS: "Il filtro di Venere", "Guerra privata"), e batte diverse centinaia di volte al minuto. (TOS: "Al di là del tempo", "Viaggio a Babel") Non hanno l'appendice (TOS: "Pianeta Deneva").

Il sangue vulcaniano è basato sul rame e quindi è di color verde scuro quando è deossigenato nelle vene, mentre è verde chiaro quando è ossigenato nelle arterie. Lividi e ferite sono quindi color verde. (TOS: "Al di là del tempo", "Gli schemi della forza"; DS9: "Campo di battaglia"; VOY: "Repressione"; ENT: "In uno specchio oscuro - seconda parte", "Il Kir'Shara")

I Vulcaniani posseggono un sistema respiratorio molto efficiente nell'estrarre l'ossigeno dall'atmosfera rarefatta di Vulcano. Stanno meglio ad alte temperature, dato il clima caldo e arido del loro mondo natale. (TOS: "Gli anni della morte"; ENT: "La Fornace")

Il tratto digestivo vulcaniano è molto adattabile. Nonostante ciò il cibo alieno, in particolare il cibo umano, può talora risultare indigesto per un Vulcaniano, ma col tempo il corpo si adatta anche al cibo alieno. (ENT: "Inatteso", "Attacco alla Terra")

L'orecchio vulcaniano è molto sensibile. (TOS: "Ritorno al domani") Le femmine vulcaniane possiedono un olfatto molto sviluppato. (ENT: "Prima missione", "I predoni")

Essendosi evoluti su un pianeta ricoperto per la maggior parte di deserti, i Vulcaniani hanno sviluppato diversi modi di sopravvivere nel deserto. Per esempio, possono sopravvivere diversi giorni senza acqua e hanno palpebre interne che poteggono gli occhi. (TOS: "Pianeta Deneva"; ENT: "Strani, nuovi mondi", "La Fornace")

I Vulcaniani hanno un metabolismo superiore rispetto agli Umani. La caffeine e le sapotossine hanno effetti minimi su di loro (ENT: "Rompere il ghiaccio"). Sono anche in grado di sopravvivere a lunghi periodi senza cibo e senza dormire. Sotto stress, i Vulcaniani possono resistere diverse settimane senza dormire. (TOS: "Il paradiso perduto")

I Vulcaniani sono in media tre volte più forti degli Umani e hanno i rifletti molto più pronti. (DS9: "Portami in sala ologrammi")

I Vulcaniani sono molto sensibili al gas ossido di azoto, che li rende rapidamente incoscienti. (TAS: "Il computer si diverte")

I Vulcaniani vivono generalmente 200 anni o più. (TNG: "Sarek")

Il cervelloModifica

L'aspetto forse più interessante della fisiologia vulcaniana è il cervello. Il cervello vulcaniano è stato descritto come "un rompicapo, avvolto nell'enigma, ospitato in un cranio". (VOY: "Enigmi") Ciò ha effettivamente delle basi, in quanto il cervello vulcaniano è composto da molti strati.

Controlla direttamente la maggior parte delle funzioni corporee, agendo da controllo per molti organi. Nonostante ciò un corpo vulcaniano da cui sia stato rimosso il cervello è in grado di funzionare e di camminare (anche se in uno stato da "zombie") con un sistema portatile di supporto vitale. (TOS: "Operazione cervello")

Diversamente da molti cervelli umanoidi, i ricordi traumatici non hanno solo conseguenze psicologiche, ma hanno anche conseguenze fisiche. Il cervello vulcaniano, riordinando i percorsi neurali, può letteralmente lobotomizzarsi da solo. (VOY: "Flashback")

I Vulcaniani hanno imparato a ottenere controllo cosciente della maggior parte delle funzioni, permettendo di regolare il proprio corpo ad alti livelli semplicemente con la forza di volontà. Quando viene ferito, un Vulcaniano può andare in uno stato simile alla trance, usando questa abilità per concentrare tutta la sua energia per riparare il danno. (TOS: "Guerra privata")

Questa trance può essere autoindotta e dare l'apparenza di uno stato simile alla morte. È simile, nei suoi principi, alla tecnica della neuropressione vulcaniana che può essere usata per rilassare la mente e il corpo. (TOS: "Con qualsiasi nome"; VOY: "Enigmi"; ENT: "Gli Xindi")

La sostanza trellium-D agisce come una neurotossina sui Vulcaniani, distruggendo i percorsi neurali che controllano le loro emozioni. Il trattamento deve essere somministrato subito dopo l'esposizione, altrimenti i danni diventano irreversibili. (ENT: "Effetti deleteri")

Gli aspetti più famosi del cervello vulcaniano sono le capacità telepatiche, come la fusione mentale vulcaniana. I Vulcaniani sono per natura telepati attraverso il contatto. Anche se è necessario un profondo studio (il fal-tor-pan) per utilizzare queste capacità al meglio, semplici contatti sono possibili anche senza concentrazione, allenamento o anche coscienza dell'atto. (VOY: "La febbre del sangue")

Menti più forti sono capaci di scansioni e proiezioni telepatiche senza contatto, normalmente a breve distanza, (TOS: "Il mostro dell'oscurità", "Le parole sacre"; VOY: "Pensiero violento", "Prede") anche se a volte possono oltrepassare distanze interstellari. (TOS: "La galassia in pericolo"; Star Trek: Il film)

Un'altra capacità psichica dei vulcaniani è la suggestione/compulsione, messa in pratica volontariamente da Spock (TOS: "Una guerra incredibile", "Le parole sacre"), Sybok (Star Trek V: L'ultima frontiera), Tuvok (VOY: "Repressione") e T'Pol (ENT: "ENT", "In uno specchio oscuro - prima parte") e inconsciamente da Sarek. (TNG: "Sarek")

Anche se i Vulcaniani, normalmente, non permettono a loro stessi di provare forti emozioni incontrollate, possono percepirle negli altri. (ENT: "La caduta di un eroe")

A parte i Trill, che lo raggiungono attraverso il rituale dello zhian'tara, i Vulcaniani sono i soli altri umanoidi conosciuti che sono in grado di mettere in pratica un dislocamento di percorso sinaptico o il trasferimento della coscienza di un individuo in un altro. Un'azione simile veniva messa in pratica anche dagli abitanti del pianeta di Sargon, Janice Lester, il dottor Ira Graves, Rao Vantika e Tieran, anche se attraverso la tecnologia e non con abilità psichiche. (TOS: "Ritorno al domani", "L'inversione di rotta"; Star Trek III: Alla ricerca di Spock; TNG: "L'uomo schizoide"; VOY: "Il signore della guerra"; DS9: "Il clandestino", "Viaggi nella memoria")

Alcuni Vulcaniani hanno anche dimostrato di avere capacità di telecinesi. (Star Trek III: Alla ricerca di Spock)

Osservando bene si può notare in Star Trek III: Alla ricerca di Spock che, nella scena in cui Spock viene condotto al tempio per il rituale del fal-tor-pan, le sacerdotesse non stanno portando la bier per il manico, ma tenendo le mani sopra di essa.
Alcuni fan credono che sia in effetti un sistema di antigravità, ma dato che la scena è ambientata all'interno del monastero Seleya non è strano assumere che si tratti di abilità psichiche.
Il racconto non canon Vulcan's Soul Exodus suggerisce anche che i sacerdoti di Gol e del Monte Seleya siano in grado di usare la telecinesi.

Il sistema responsabile della soppressione delle emozioni è posto nella corteccia mesiofrontale. (VOY: "Fusione mentale")

Approssimatamente ogni sette anni, gli adulti vulcaniani vanno incontro al pon farr, il periodo di accoppiamento vulcaniano. È caratterizzato da emozioni intense e bisogni primari (conosciuti come plak tow, o "febbre del sangue") che possono uccidere il Vulcaniano se non vengono soddisfatti. I sintomi fisiologici includono elevati livelli di dopamina e febbre. Per una società che coltiva la sobrietà, la pazzia che accompagna l'arrivo del pon farr è un male inevitabile. (ENT: "La taglia", "In uno specchio oscuro - prima parte"; TOS: "Il duello"; VOY: "La febbre del sangue")

In "La taglia", T'Pol subisce un pon farr accelerato a causa dell'esposizione a un agente patogeno. Nonostante il motivo non normale che dà il via allo stimolo, T'Pol dice a Phlox che i suoi sintomi sono normali per una Vulcaniana nelle sue "condizioni".
È interessante notare che, nonostante abbia 65 anni, T'Pol non ha ancora avuto il suo primo pon farr. Non è chiaro se il pon farr di T'Pol nell'Universo dello specchio ("In uno specchio oscuro - prima parte") sia stato naturale o indotto prematuramente.
Una parte importante del settimo capitolo dell'adattamento a libro di Star Trek IV: Rotta verso la Terra da parte di Vonda N. McIntyre parla di Spock che s'intossica mangiando dolciumi sulla Terra, a causa dell'alta quantità di zucchero in essi contenuti. Ciò non è però canon.

MalattieModifica

I Vulcaniani soffrono di diverse malattie tra cui:

SocietàModifica

Vulcan scripts

Sei differenti tipi di scrittura vulcaniana

Il governo su Vulcano è una democrazia rappresentativa. L'avanzamento politico si basa su principi meritocratici. (ENT: "Risvegli")

Anche se sono una razza molto logica, i Vulcaniani hanno credenze spirituali. Anche se sono pochi i dettagli noti, il loro sistema religioso è politeistico. Credono nel katra, l'anima e la coscienza di una persona, può anche essere trasferita psichicamente prima della morte. (TAS: "Viaggio a ritroso nel tempo"; Star Trek III: Alla ricerca di Spock; TNG: "L'arma perduta - prima parte"; ENT: "La Fornace", "Risvegli")

I Vulcaniani sono generalmente non violenti, ma la logica indica che, talora, combattere è necessario. I Vulcaniani possono usare e usano armi e praticano arti marziali chiamate "Tal-Shaya" e "Suus Mahna". Molti dei Vulcaniani moderni sono vegetariani. (TOS: "Viaggio a Babel")

I Vulcaniani sono noti per il loro alto grado di onestà. Sono estremamente riluttanti a mentire e infatti si suole dire che "i Vulcaniani non possono mentire". Comunque, i Vulcaniani mentono quando lo ritengono logicamente necessario, anche se raramente si riferiscono a ciò con il termine "mentire". (TOS: "Incidente all'Enterprise"; Star Trek II: L'ira di Khan, Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto)

I Vulcaniani iniziano fin da piccoli il loro percorso di vita per la logica. I genitori vulcaniani utilizzano strumenti didattici come i pleenok, per insegnare ai bambini i fondamenti della logica. (VOY: "Errore umano") I bambini vulcaniani imparano a distaccarsi dalle loro emozioni molto presto.

Nonostante il precoce studio della logica, viene concesso ai bambini vulcaniani nelle scuole d'infanzia di danzare. Queste danze ricordano quelle delle schiave di Orione, anche se non sono così ben coordinate. (TOS: "Il sogno di un folle")

I genitori vulcaniani non proteggono mai i loro figli dalla verità, poiché ritengono che ciò non gli permetterebbe di sviluppare la loro abilità di affrontare le difficoltà. L'attaccamento dei genitori vulcaniani verso i loro figli non può essere descritto come un'emozione. Sono parte dei genitori e questi sarebbero incompleti senza i figli. (VOY: "Il ciclo della vita")

Vulcan marriage ceremony

Cerimonia nuziale vulcaniana

Vulcan arena

Luogo delle cerimonie nuziali vulcaniane, anni 2260

Spock's wedding

Matrimonio vulcaniano, anni 2260

Talora i Vulcaniani hanno matrimoni combinati dai loro genitori all'età di sette anni. I coniugi sono uniti in una cerimonia che li collega telepaticamente che è "meno di un matrimonio, più di un fidanzamento". Quando i coniugi raggiungono l'età del pon farr, il collegamento li porta a completare i rituali di matrimonio, il che consolida la loro relazione. (TOS: "Il duello"; ENT: "Rompere il ghiaccio")

Se, per una qualsiasi ragione, la femmina non vuole unirsi in matrimonio, può invocare la cerimonia del koon-ut-kal-if-fee ("Matrimonio o Sfida"). Il maschio deve combattere per tenere la sua sposa contro uno sfidante che lei sceglie. La femmina diviene proprietà del maschio che vince la sfida, a meno che lui decida di rifiutarla. Ik koon-ut-kal-if-fee è una sfida all'ultimo sangue. (TOS: "Il duello")

La tempistica del Pon Farr (ogni sette anni della "vita adulta" di un Vulcaniano), potrebbe suggerire che i Vulcaniani si sposino appena dopo la pubertà o verso i venticinque anni (sette anni dopo). Il primo pon farr di Spock avviene a circa trent'anni, ma il suo essere per metà umano potrebbe rendere ciò un'aberrazione.

L'essenza della società logica è quella di arrivare alla verità attraverso un processo logico. Le emozioni sono illogiche, rendono impuri e allontanano dalla verità. I Vulcaniani nascono con le stesse emozioni che affliggono i loro antenati violenti, ma il continuo allenamento mentale gli permette di trovare l'impassibilità che cercano. (TAS: "Viaggio a ritroso nel tempo")

Spock dimostra emozioni come rimorso, sollievo, gioia e imbarazzo quando crede che il Capitano Kirk sia morto. (TOS: "Il duello") T'Pol dimostra un interesse romantico verso il Comandante Tucker sull'Enterprise, specialmente a causa dell'esposizione al trellium-D. (ENT: "Danni alla nave")

Anche se non tutti riescono a raggiungere lo stato di pura logica, il processo di controllo mentale dà ai Vulcaniani la possibilità di conformarsi agli ideali della loro società. Il livello più alto di pensiero logico è raggiunto tramite il rituale del kolinahr, che elimina tutte le rimanenti emozioni. (Star Trek: Il film)

I Vulcaniani credono che la conoscenza sia la miglior difesa contro i danni dell'ignoto e la perseguono con un'intelligenza e una logica che li pone tra i migliori studenti della Federazione.

I Vulcaniani considerano la morte la meta finale di un viaggio. Quindi non temono la morte, anche se la perdita del katra di qualcuno è evitata per quanto possibile, dato che credono che il katra sopravviva alla morte fisica. (Star Trek III: Alla ricerca di Spock)

Cultura e tradizioneModifica

Spock's wedding2

Cerimonia nuziale vulcaniana, anni 2260

Ciò contraddice una precedente affermazione di Spock in TOS: "La magnificenza del re", dove nota che "la razza di mio padre è stata risparmiata dai dubbi benefici dell'alcol," quando il dottor McCoy gli offre un bicchiere di brandy sauriano.
T'Pol dice in ENT: "Rompere il ghiaccio" che i Vulcaniani non bevono vino, il che potrebbe significare che il porto vulcaniano ha soli fini culturali o forse non è alcolico.
In VOY: "Metodi scientifici", Tuvok si offre di accompagnare il Capitano Janeway sul ponte ologrammi in una simulazione in cui si beve vino, contraddicendo l'affermazione che i Vulcaniani non bevono vino. Ciò però può essere solo una scelta personale oppure che i Vulcaniani non hanno ancora sviluppato la tolleranza verso le bevande alcoliche. I fatti di VOY: "Senza tempo" suggeriscono che bevande come lo champagne potrebbero contenere sintalcool e non alcool, che non è intossicante; quindi Tuvok potrebbe aver inteso un vino sintalcolico, più che uno alcolico.

FestivitàModifica

Vedi anche:

PersoneModifica

I Vulcaniani hanno nomi di famiglia, ma questi risultano pronunciabili per gli umani solo dopo anni di pratica. (TOS: "Viaggio a Babel")

Scienza e tecnologiaModifica

Realtà alternativaModifica

In una realtà alternativa, il pianeta Vulcano venne distrutto dal Romulano Nero nel 2258. Oltre sei miliardi di Vulcaniani furono uccisi, con un numero stimato di 10.000 sopravvissuti. Dopo aver testimoniato all'atrocità, Spock annotò nel suo diario che la specie vulcaniana era a rischio di estinzione. (Star Trek)

ApparizioniModifica

Una lista di apparizioni di Vulcaniani (escluse le regolari apparizioni di Spock, Tuvok e T'Pol):